Sbarca a Lima il primo avveniristico treno per la nuova metropolitana: è stato costruito a Reggio Calabria nello stabilimento Hitachi Rail Italy [FOTO]

lima_hriHitachi Rail Italy ha consegnato oggi il treno numero 1 della nuova metropolitana automatica di Lima. Presso il porto della capitale peruviana stamattina sono sbarcate le prime 6 casse dell’innovativo veicolo costruito nello stabilimento di HRI, a Reggio Calabria.
Il treno, in alluminio, ha una lunghezza complessiva di 108 metri, è largo 2,85, e può trasportare fino a 166 passeggeri seduti e 1.105 in piedi, raggiungendo la velocità massima di 90 km/h.
Il contratto, pari a circa 500 milioni di dollari, è relativo alla costruzione di 42 veicoli che verranno impiegati sulla linea 2 e sulla Linea 4 della “tube” peruviana, composta da 35 stazioni e 35 chilometri di tunnel.
La metropolitana di Hitachi Rail Italy è contraddistinta per essere open space, e dunque per permettere il libero passaggio lungo l’intera lunghezza del treno. Altra caratteristica sono le ampie superfici delle vetrate laterali e frontali e l’attenta disposizione ergonomica dei sedili, il tutto per creare ambienti luminosi e gradevoli, in linea con l’eccellenza italiana nel design.
In ogni carrozza, oltre all’impianto di climatizzazione, sono installati nuovi sistemi di informazione ai passeggeri e telecamere di ultima generazione per la videosorveglianza.

frontale-limaHRI è partner del consorzio concessionario Metro de Lima Linea 2 insieme a Salini-Impregilo, Ansaldo STS, Iridium Concesiones de Infrastructura SA, Vialia Sociedad Gestora de Concesiones de Infrastrutructura SL e Cosapi SA.
“Abbiamo rispettato ancora una volta il cronoprogramma delle consegne – dichiara Maurizio Manfellotto, CEO di HRI – dimostrando e rafforzando la nostra leadership mondiale, insieme ad Ansaldo STS che cura il segnalamento, nel segmento driverless.
“Non celebriamo però solo un successo – spiega Manfellotto – bensì un ulteriore passo in avanti dell’altissimo livello raggiunto. Un livello che deve spronarci a migliorare ulteriormente le nostre performance”.

Una settimana fa HRI aveva consegnato, sempre dalla fabbrica reggina, anche la metro automatica di Taipei.