Rosarno: noto imprenditore arrestato per vari reati [NOME, FOTO e DETTAGLI]

SONY DSCNella serata del 13 settembre 2016, a Rosarno (RC), nei pressi della Contrada Petrilloso s.n.c., in un fondo limitrofo alla SS 682, i militari della Compagnia CC di Gioia Tauro (Tenenza CC di Rosarno e Stazione CC di Gioia Tauro) con il supporto dello “Squadrone Cacciatori”, nell’ambito di un servizio coordinato di controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di sostanze stupefacenti, dopo diverse ore di attività hanno tratto in arresto, in flagranza di reato:

CARLO Salvatore, nato a Taurianova, di 42 anni, imprenditore, pluripregiudicato, anche per reati specifici.

resosi responsabile del reato di cui all’art. 73 Co. 1-bis DPR nr. 309/1990 poiché, a seguito di perquisizione personale e domiciliare, veniva trovato in possesso complessivamente di kg. 3,5 di sostanza stupefacente del tipo cannabis indica, in avanzato stato di essicazione, contenuta in nr. 7  cassette in plastica occultate tra alcuni arbusti posti in un terreno adiacente alla abitazione a lui in uso.

foto-carlo-salvatoreNel corso delle operazioni i militari operanti hanno rinvenuto e sequestrato inoltre:

- materiale per la potatura, il confezionamento e la pesatura della predetta sostanza stupefacente (tra i quali bilancini di precisione e macchinetta per l’imbustamento sottovuoto), riuscendo altresì ad individuare un’area agricola, limitrofa all’abitazione del prevenuto, adibita ad essiccatoio dalle dimensioni di circa 25 mq, con all’interno, celata in due sacchetti di platica nera, kg. 8,5 di cannabis indica non ancora perfettamente essiccata;

- sopra un albero di agrumi, nascosto tra le fronde, un sacchetto con all’interno nr. 10 (dieci) k-way di colore azzurro, a manica lunga, marca “Quechua”, recanti, sul fronte e sul retro, la scritta “Polizia” in bianco.

L’ennesimo rinvenimento di elevati quantitativi di droga nella Piana di Gioia Tauro conferma come quest’area del reggino sia florido crocevia di interessi delittuosi connessi alla produzione e traffico di sostanze stupefacenti.

L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Palmi, in attesa del giudizio di convalida.