Renzi: “conosco solo una regola, abbassare le tasse”

Renzi Favazzina Sorgente-Rizziconi72Conosco solo su una regola, abbassare le tasse. Non conosco altra regole. In tanti l’hanno detto ma poi nessuno l’ha fatto“. Così il premier Matteo Renzi a Rtl 102.5, aggiungendo: “Sul lavoro continuiamo ad abbassare le tasse, l’anno prossimo portiamo l’Ires al 24% e portiamo al 24% anche l’Iri per le società di persone. E sugli autonomi ci sarà un intervento per dare certezze ai giovani“.  Penso ci sarà un segno positivo per il Pil, perché secondo l’Istat è aumentato il dato per i servizi. Il problema dell’Italia non è lo zero virgola, ma se il Paese torna a investire nel futuro. A me interessa che l’Italia riparta“, ha detto ancora Renzi. Il presidente torna anche a parlare del violento terremoto che ha colpito il Centro Italia e dell’incontro avuto ieri con Angela Merkel: “Il problema per quel che riguarda i soldi in Italia è quello di controllare: i soldi ci sono, per il dissesto, le bonifiche, i bonus antisismici, gli interventi di manutenzione”. “Se i soldi mancano si prendono, anche utilizzando tutte le flessibilità europee, perché ci sono più clausole, questo non mi preoccupa – ha aggiunto RenziIl punto chiave è controllare i soldi“. “L’ho detto alla Merkel: quei soldi ce li prendiamo, perché per la tutela della scuola dei miei figli non guardo in faccia a nessuno”, ha sottolineato poi. ”Il sisma ha interessato quattro regioni, potevamo fare quattro commissari per accontentate tutti o farne uno che parla con tutti: Errani era commissario per l’Emilia, si è tirato su le maniche e ha tenuto botta, l’esperienza è fondamentale e lui è uno capace di sapere dove mettere le mani“, ha detto parlando ancora della ricostruzione post terremoto. (Adnkronos)