Reggio Calabria, un anno di volontariato Linfovita

linfovita-3La Onlus Linfovita, nata a Reggio Calabria ed estesasi ormai sul territorio nazionale, persegue nel suo intento di ottemperare ai bisogni del paziente anche attraverso il volontariato, infatti il Gruppo Volontari Linfovita oggi festeggia un anno di attività. Il gruppo di volontari Linfovita si è costituito dopo l’esperienza ‘Volontari per un mese’, promossa nell’agosto dello scorso anno dall’Azienda Ospedaliera Bianchi-Melacrino-Morelli di Reggio Calabria che si proponeva di migliorare il servizio dei pazienti nei reparti particolarmente bisognosi. Al termine del suddetto progetto, il cui impatto personale è stato molto incisivo, gli stessi volontari hanno deciso si sostenere la nuova associazione Linfovita anche con la loro presenza. Pertanto, da settembre del 2015 presso il reparto ematologico dell’ospedale reggino i volontari hanno dedicato una parte del loro tempo ai pazienti, fornendo un valido apporto che ha sensibilmente migliorato il complessivo servizio per gli ammalati, in particolar modo il servizio di accoglienza. Oggi è trascorso esattamente un anno dall’avvio di questa lodevole iniziativa ed i volontari Linfovita rappresentano ora una realtà consolidata negli ambienti della Divisione di Ematologia, una realtà percepibile ed attesa anche dai pazienti grazie alla loro efficace attività e continua presenza.

La dott.ssa Caterinalinfovita-2 Stelitano, fondatrice e vicepresidente nazionale di Linfovita, ringrazia tutti i volontari per il loro operato ed asserisce in merito: “Il loro esempio è per me un arricchimento personale. Il numero dei volontari in questo anno è sensibilmente cresciuto e sono loro che assicurano presenze regolari per sostenere Linfovita. Spero che nel futuro si possa offrire un servizio migliore in modo tale che tutti assieme, pazienti, medici e volontari, si possa guardare il linfoma da un altro punto di vista.” “Credo anche che per migliorare la nostra realtà sia necessario acquisire la consapevolezza del significato della vita e che ognuno debba fare la propria parte per impegnarsi ‘al servizio del bene’, – continua la dott.ssa Stelitano – ossia pensare a fare il bene dell’umanità favorendo il bene altrui.” Anche in questa prospettiva, Linfovita continua a crescere, infatti sosterrà con un evento il Linfoma Day che si svolgerà la settimana prossima a Milano, in collaborazione con la Regione Lombardia e con il patrocinio del Ministero della Salute. In occasione della Giornata Mondiale per la consapevolezza sul Linfoma, l’associazione Linfovita sarà impegnata per due giorni: il 14 con una conferenza stampa nazionale e il 15 con una serie di stand nella Piazza Città di Lombardia, sede dell’istituzione regionale. Tutto ciò è la conferma di quanto una realtà associativa territoriale ed i relativi progetti che promuove siano importanti e possano fare molto non soltanto per i pazienti, poiché altruismo e solidarietà aiutano da sempre a seminare la speranza.

Giulio Borbotti