Reggio Calabria, si chiude la programmazione estiva del Circolo del Tennis “R. Polimeni”

polimeni-3Moda-danza, un binomio imprescindibile, l’una a completamento dell’altra: entrambe esprimono modi di essere su una medesima passerella, che rappresenta simbolismi espressivi di un’epoca, tipicizzante modi di essere e di divenire. Per questo tale connubio è stato designato, ormai da sei anni, a chiudere “E…state con noi”, la programmazione estiva del Circolo del Tennis “R.  Polimeni”, anche quest’anno, variegata da eventi che hanno spaziato da rassegne sportive, teatrali, cinematografiche e musicali. “Un programma che ha coinvolto i giovani, anima del Circolo, ma anche tutte le fasce d’età con approfondimenti di vario genere” sottolinea il presidente, Igino Postorino. La serata conclusiva di lunedì 12 settembre ha colto proprio l’anima del Circolo, i giovani soci, inseriti in un contesto artistico e sociale, intercalato “dall’elemento espressivo della danza” come rimarca Laura Cristiano, consigliere del Circolo. Art Director dell’evento Pasqualina Iacopino, direttrice da trent’anni, del Centro Studi Danza “Arabesque”, fondatrice del “DanzaFest” e del Concorso di danza internazionale “Città di Reggio Calabria” e promotrice di stages formativi e borse di studio. La Iacopino, coordinando i giovani soci-modelli, ha caratterizzato il tema portante di “Moda-danza” con un intreccio di musicalità classica e moderna, calato da posposizioni temporali e geografiche passanti dalla ritmicità storica dell’ Oriente fino agli anni odierni: da Bollywood, a Say My Name, Justin Bieber, fino a Memory e Don Quisciotte. Balletti che hanno mosso sulla scena, in contemporanea, centinaia di ballerine e indossatori, ormai elemento caratteristico dell’arte poliedrica della director, che però ha spaziato in un’innovazione scenica creativa, intercalando la danza, alla sfilata di moda. Infatti una novella Cenerentola, dall’abito di sera fucsia e dai tacchi a spillo, ha sfilato “Imperial Biellese” perdendo poi magicamente le scarpette, per indossare, al “tuono” della mezzanotte le mezzepunte da danza: l’artista Michela Sarra, vincitrice di concorsi di danza a Catania, Crotone, Roma, oggi impegnata negli studi, a Milano, ha intercalato, infatti, varie performance. Vestiario di tendenza per “Followme” dove i chiaro-scuri glitterati hanno evidenziato la moderna classicità, invece la moda per bambini con i toni caldi dei rosa, fucsia e  neri, con le sfumature dei panna, dei nocciola-miele e degli azzurri, ha evidenziato l’abbigliamento raffinato di “Bulli e pupe” con Rosy e Romina, le proprietarie che curano le marche più prestigiose degli abiti per questa fascia d’età. “Imperial Biellese” ha mostrato l’eleganza e la praticità dell’oggi sia con i neri glitterati che con  i colori caldi della collezione autunno-inverno. Per lo sport “Adidas” con Caterina Porcino, tute variegate o monocromatiche, leggins e casacche, fino ai tessuti più tecnici, hanno posto l’accento sul dinamismo moderno e poi le polo di “Lacoste” hanno sottolineato la tendenza al connubio sport-quotidianità. A conclusione l’eterea sposa di “Elida” con gli abiti da damigelle sulla passerella finale fatta di petali di rosa, palloncini e tanto colore.

Stefania Chirico Cardinali