Reggio Calabria, Ripepi: “state distruggendo l’Aeroporto dello Stretto, dimettetevi” [FOTO, VIDEO e INTERVISTE]

Si è svolta questa mattina a Palazzo San Giorgio, a Reggio Calabria, una conferenza stampa relativa alla situazione dell’Aeroporto dello Stretto

aeroporto-dello-stretto8Si è svolta questa mattina a Palazzo San Giorgio, a Reggio Calabria, una conferenza stampa indetta da Massimo Ripepi relativamente alle dinamiche che in questi mesi riguardano l’Aeroporto dello Stretto “Tito Minniti”. “Il governo e la Regione hanno dato vita ad una strategia politica che mira a distruggere il nostro aeroporto. Il loro obiettivo è quello di trasformare l’aeroporto di Reggio Calabria lo zerbino di Catanzaro e dell’Aeroporto di Lamezia e noi non siamo assolutamente d’accordo. Noi abbiamo un bacino di utenza con Messina, che potrebbe trasformare l’Aeroporto in un punto strategico. Purtroppo però i nostri politici non stanno facendo nulla al riguardo. Proprio per questo motivo i nostri parlamentari devono dimettersi per manifesta incapacità. Non c’è un atto, una mozione parlamentare, un’interrogazione non c’è nulla per il nostro Aeroporto. Noi continueremo a prendere firme per salvare il nostro Aeroporto per far si che il governo nazionale veda nell’Aerea dello Stretto un punto strategico. Dopo la raccolta firme faremo fare ai nostri parlamentari un’interrogazione per far si che il nostro Aeroporto diventi strategico“, dichiara Massimo Ripepi. “Il governo non ha inserito il nostro Aeroporto in un piano strategico e lo ha declassato a livello nazionale. Il punto focale è però che il governo ed il comune non si sono messi per far nulla. Noi non dobbiamo stare dietro a Catanzaro e a nessuno. Abbiamo parlato con il sindaco Falcomatà, il quale dà sempre la solita risposta dimenticando che adesso è il sindaco di una città metropolitana senza aeroporto“, commenta Sabrina Sorbo. “Il centro destra aveva richiesto la liquidazione della SOGAS, di tutta risposta i Giovani Democratici sono insorti. Ora è la Procura della Repubblica a richiedere la liquidazione della Sogas, ma stavolta nessuno è insorto. Questo dimostra come i Giovani Democratici siano ignoranti. Un giovane deve indegnarsi perché la sua città non avrà aeroporto. Siamo stanchi di queste scaramucce sterili di persone che non vogliono entrare nella questione stessa, ma solo per ideologia. Siamo stanchi di giustificare gli atteggiamenti di questi traditori della cittá“, commenta Pasquale Oronzio segretario della Fdi-Gioventù Nazionale.