Reggio Calabria, ricognizione delle grandi opere incompiute da parte della Commissione “Controllo e Garanzia”

palazzo san giorgio“Prosegue incessantemente l’attività di ricognizione delle grandi opere incompiute reggine da parte della Commissione “Controllo e Garanzia” al Comune di Reggio Calabria”, a darne informazione è Antonio Pizzimenti, Presidente della Commissione al Comune di Reggio Calabria. ”Nella seduta del 14 settembre scorso, è stata ascoltata l’Assessore Angela Marcianò, coadiuvata dal Geologo Enzo Postorino e dal Geometra Cuzzola, in merito al completamento di due ponti in località Rosalì (ponte Madonna della Montagna e Ponte San Domenico). Si tratta di opere progettate ormai da oltre un decennio ma che ancora non sono state consegnate alla comunità e che garantirebbero agli abitanti di questa frazione la possibilità di attraversare il torrente, uscendo dall’attuale isolamento e permettendo il transito ai mezzi di soccorso. Dopo una breve presentazione delle opere, è stato rivisitato l’excursus di tutto l’iter procedurale avvenuto ad oggi, evidenziando le cause ed i motivi ostativi intervenuti che hanno provocato i vari rallentamenti per arrivare infine al blocco totale dei lavori” continua Pizzimenti. L’Assessore ai lavori pubblici si è mostrata sin da subito sensibile e attenta all’argomento garantendo il massimo impegno per raggiungere al più presto i risultati auspicati. ”Dagli interventi dei commissari si evince grande attenzione in merito alle procedure da seguire per giungere ad una celere risoluzione. Da parte dell’intera Commissione sarà posta la massima attenzione, con alto senso di responsabilità istituzionale e senso civico, a dimostrazione della forte attenzione verso le periferie, e sarà prestata un’azione di continua vigilanza e puntuale controllo, con periodiche eventuali richieste di audizione degli intervenuti, al fine di monitorare lo sblocco e l’avanzamento dei lavori, per evitare ulteriori inutili ritardi e sprechi e consentire finalmente la consegna delle opere ai cittadini di Rosalì ed alla città di Reggio Calabria tutta e come principio questo dovrà essere esteso a tutto il territorio comunale perché ai cittadini non si possono chiedere solo tasse ma si devono, anche e soprattutto, fornire servizi utili per uscire dal degrado in cui viviamo”, conclude il Presidente Antonio Pizzimenti.