Reggio Calabria, presentata la sesta edizione dell’evento “Suburra”

softairE’ stata presentata questa mattina, nella sala “Levato” di Palazzo Campanella la sesta edizione dell’evento “Suburra”, manifestazione sportiva di Softair organizzata dall’ASD S.A.G. Rc (Soft Air Group Reggio Calabria). Tutti i dettagli e le location dove si svolgerà l’atteso evento, sono state illustrate dal presidente e dal vicepresidente Sag Rc Antonio Eder e Salvatore Lemmo, dal tesoriere Ivan Anamiati e dal consigliere regionale Francesco Cannizzaro. “Al torneo si sono iscritti circa 150 giovani e non, delle varie Associazioni Sportive di Softair provenienti da tutta la Calabria – spiega il presidente Eder – Domenica, saranno dieci intense ore dove i partecipanti vestiti in mimetica e armati di ASG elettriche (di potenza max 0.99J, come da legge), trascorreranno la giornata a svolgere la “missione” assegnatagli. Tramite coordinate GPS andranno alla ricerca di obiettivi in cui svolgeranno delle simulazioni di operazioni militari. L’evento è diviso in due giornate: domani sarà dedicato all’arrivo dei club partecipanti mentre la domenica mattina, all’alba, avrà inizio il torneo “Suburra”. La manifestazione si concluderà alle ore 18, con le foto di rito e la premiazione dei club partecipanti”. La località dell’evento è sita a Zomaro (Cittanova) e comprenderà anche il Comune di Canolo e altre frazioni dei paesini nelle vicinanze. “Il softair meglio conosciuto come tiro tattico sportivo, è un’attività ludico, ricreativa basata su tecniche, tattiche e usi militari – spiega il consigliere Cannizzaro – E’ sicuramente un gioco impegnativo e divertente che richiede tanta onestà e lealtà da parte di tutti i partecipanti ma è anche un modo per aggregare all’aria aperta tanti giovani che, per qualche ora, perlustreranno i nostri splendidi territori. Sin dalla prima edizione, grazie all’impegno dell’Asd Sag Rc, hanno partecipato tantissimi appassionati e credo che sia arrivato il tempo di far diventare questo evento ben consolidato, in un torneo regionale coinvolgendo attivamente le istituzioni del territorio”.