Reggio Calabria, nuovi arredi di design sul Lungomare: intervista all’artista che li ha realizzati [FOTO e VIDEO]

L’artista che ha realizzato i nuovi arredi di design collocati sul Lungomare di Reggio Calabria ci spiega perchè hanno subito danni dopo la pioggia dei giorni scorsi

nuovi-sedili-via-marina-3Sono stati collocati qualche giorno fa sul lungomare di Reggio Calabria, nuovi arredi di design realizzati dagli artisti del laboratorio LabAbitaZone. Il sindaco Falcomatà aveva affermato che “le nuove sedute sono parte di un progetto più ampio di rigenerazione urbana che coinvolgerà altri luoghi della città, con l’obiettivo di arricchire gli spazi e renderli più ospitali“. Qualche giorno dopo la collocazione la vernice dei sedili ha iniziato a rovinarsi e intervistata ai nostri microfoni da Simone Pizzi, l’artista Elmar, che ha curato la grafica delle sedute, ci racconta come sono state realizzate e il perchè hanno subito questi danni. “Le sedute sono trattate con tutti i prodotti adatti ad essere usati negli ambienti esterni ed esposti alla salsedine, al mare e al vento“. “Le sedute si sono danneggiate subito perchè sono state esposte troppo presto e il normale processo di essiccazione delle vernici – continua ancora l’artista – non c’è stato perchè nei giorni successivi all’esposizione sul lungomare di Reggio, ha piovuto e questo ha reso i sedili estremamente fragili. Sono state anche spostate e la parte inferiore si è rovinata e questo ha permesso che si sollevasse la vernice. Le sedute fanno parte di un progetto pilota che aveva come finalità testare il bisogno di ritrovare gli spazi in città, il bisogno di condivisione, di stare insieme agli altri e ciò è risultato perfettamente, la gente le sta usando molto, si siede per ammirare il mare, chiacchierare.

Intervistato ai microfoni di StrettoWeb, Francesco Morabito, responsabile del laboratorio LabAbitaZone, ci spiega le fasi di progettazione, realizzazione, decorazione dei sedili (vedi video).  LabAbitaZone è il laboratorio dal quale sono venuti fuori come esperimento progettuale poi trasfomrati in una sorta di prototipi messi poi in mano agli artisti per creare la grafica.