Reggio Calabria, la Provincia stanzia 15 mila euro per Festa di Madonna

festa-di-madonna-27La Giunta provinciale nel corso dell’odierna riunione ha deliberato un contributo di 15 mila euro per sostenere il programma dei festeggiamenti civili in onore della Patrona della Città metropolitana. La decisione dell’Esecutivo guidato da Giuseppe Raffa è stata assunta nel segno della storica, spontanea e sentita collaborazione nell’organizzazione del più grande momento di aggregazione provinciale, in cui religiosità e laicità si fondono e diventano l’elemento caratterizzante di un popolo che unito si ritrova ai piedi di Maria Santissima della Consolazione. Festa di Madonna è un momento di fratellanza e concordia: occasione per superare il clima di litigiosità di una città votata all’individualismo e alla demonizzazione di chi viene considerato un rivale. “Con la deliberazione che abbiamo assunto questa mattina – dice il presidente della Provincia, Giuseppe Raffa -  non ci siamo limitati al contributo in danaro per garantire il tradizionale aspetto ludico, ma, accogliendo la proposta dell’assessore Eduardo Lamberti Castronuovo, abbiamo ritenuto di allestire un cartellone culturale in cui spiccano mostre d’arte e concerti. Inoltre, abbiamo disposto l’apertura straordinaria del Palazzo della cultura “Pasquino Crupi” di via Emilio Cuzzocrea” che ospita il “Piccolo museo san Paolo” e dove sono custoditi capolavori dell’arte del Novecento che la Provincia, nel contesto della lotta alla ‘ndrangheta, ha ottenuto da una confisca di beni. Non certo per spirito farisaico, ma voglio ricordare, ad esclusivo beneficio di quanti soffrono di amnesie a grappoli, che negli anni in cui palazzo san Giorgio era governato dalla terna commissariale i festeggiamenti civili sono stati garantiti grazie al grande sforzo economico e organizzativo dell’Amministrazione che presiedo. Le celebrazioni Mariane per un cristiano- cattolico rappresentano il più alto momento di spiritualità da vivere con devozione e semplicità, diversamente da chi dietro il Quadro cerca di farsi notare per il portamento e l’incedere da passeggiata storica. A questo giorno- termina Raffa –  arriviamo in grande serenità con l’anima sgombra da beghe politiche, perché l’incontro con la Santa Patrona rappresenta il momento della concordia, della misericordia e l’occasione per il superamento delle divisioni e degli steccati”.