Reggio Calabria, la denuncia del PCI: “degrado ed incuria a Piazza Fontana” [FOTO]

piazza-fontana-2Una delegazione del PCI reggino guidata da Lorenzo Fascì, segretario provinciale, e Ivan Tripodi, segretario cittadino, su precisa richiesta e segnalazione dei dirigenti comunisti della sezione di Ravagnese ed Arangea ha “effettuato un sopralluogo finalizzato a rendere pubblica la drammatica condizione di degrado ed abbandono che caratterizza la storica Piazza Fontana e l’adiacente Parco pubblico di Ravagnese. La situazione di trascuratezza e negligenza causate dalla giunta Falcomatà, anche in questa importante area della città, è assoluta e senza appello.  Nonostante le reiterate segnalazioni effettuate dagli esausti cittadini e commercianti della zona, l’amministrazione comunale si conferma vergognosamente assente e paurosamente latitante. La condizione di Piazza Fontana, storico luogo di ritrovo dei cittadini di Ravagnese, rappresenta un serio e permanente rischio per l’incolumità e la sicurezza igienico-sanitaria poiché, come si potrà verificare dalle immagini allegate, la piazza è incredibilmente invasa, da tempo immemore, da un enorme putrido stagno puzzolente che, a nostro avviso, non ha termini di paragone neanche nelle parti più abbandonate dei paesi del cosiddetto quarto mondo. Vi è una vera e propria emergenza igienico-sanitaria non più tollerabile. Non si tratta di un’esagerazione forzata poiché è l’odierna drammatica condizione di Piazza Fontana, nonché dell’adiacente Parco pubblico di Ravagnese che è ridotto in condizioni vergognosamente assurde e indecorose. 

Il sedicente Parco di Ravagnepiazza-fontana-6se, infatti, somiglia ad una mega foresta desolata ed abbandonata; proprio l’abbandono e l’oscurità serale (l’illuminazione è inesistente) lo hanno trasformato in un luogo che necessita particolare attenzione delle forze dell’ordine in quanto i cittadini lamentano strani movimenti che, come se non bastasse, contribuiscono a rendere la zona pericolosa e rischiosa.  Inoltre, a fronte dell’emergenza idrica che, proprio a partire da Ravagnese ed Arangea, coinvolge l’intera città, vi è, nei meandri del Parco, una pseudo-fontanella artigianale che diffonde il prezioso liquido 24 ore su 24.  I cittadini e i commercianti ci hanno ricordato che, proprio a Piazza Fontana, durante la campagna elettorale comunale, il fallimentare sindaco Falcomatà partecipò ad una manifestazione pubblica durante la quale assunse precisi e solenni impegni relativi alla pulizia e riqualificazione dell’area in questione, nonché, più in generale, sugli investimenti per migliorare e rilanciare il territorio di Ravagnese ed Arangea. Ovviamente, anche in questo caso, le promesse del fallimentare sindaco Falcomatà sono rimaste parole vuote e senza alcun seguito e dopo ben due anni dal suo insediamento le condizioni della Piazza e del Parco sono ben peggiori di allora. Inoltre, gli ipotetici interventi programmati per il futuro non prevedono alcuna attenzione per la zona di Ravagnese ed Arangea. Insomma, oltre al danno la beffa: un enorme tradimento nei confronti di migliaia di cittadini che avevano manifestato grandi speranze e che sono stati letteralmente presi in giro“. Lorenzo Fascì e Ivan Tripodi, a nome del PCI, hanno ribadito “il pressante impegno dei comunisti, partito sempre presente in mezzo alla gente e non solo durante le elezioni, finalizzato a denunciare pubblicamente le gravissimi inefficienze che caratterizzano l’inadeguata giunta Falcomatà: un’amministrazione arrogante e incapace che, ormai, è palesemente nemica di Reggio e dei reggini”.