Reggio Calabria, il saluto del presidente Bombino al Colonnello Falferi

Giuseppe-Bombino2Di seguito la lettera di saluti inviata dal Presidente dell’Ente Parco Nazionale dell’Aspromonte, Giuseppe Bombino al Colonnello Lorenzo Falferi:

Signor Colonnello,

il nuovo e prestigioso incarico assegnatoLe al Comando generale dell’Arma di Roma, per il quale Le formulo i miei più sinceri auguri, consegna e compone l’agile visione di un importante risultato nel cui segno vi è l’Impegno e il Sacrificio, l’Amore e la Lealtà verso lo Stato e per la Giustizia. E’ con ammirazione e stima profonde, con affetto e grande riconoscenza che intendo ringraziarLa per averci mostrato la bellezza della Sua Persona e la docile fermezza della Sua Opera. Il territorio nel quale Lei ha agito è spesso lacerante e distruttivo; altre volte ancora, invece, si offre nella sua struggente innocenza dei suoi arcaici valori, straordinari quando sani e operosi. L’Aspromonte, la sua Comunità, quella che quotidianamente eleva una preghiera di dignità e di amore per questa terra, hanno potuto cogliere e apprezzare il sacrificio e la passione della Sua Presenza, discreta ed inflessibile; della Sua Azione, tenace e incrollabile; del Suo incoraggiamento, fondamentale per tutti quelli che cercheranno l’andatura del Suo cammino. Così, nel salutarLa, è doveroso e irrinunciabile esprimerLe la nostra sincera gratitudine per essere stato Disciplina e Organo di quello Stato in cui ciascuno di noi deve identificarsi; Pensiero e Azione di quell’Ordine che conduce alla Giustizia e alla Legalità. Siamo lieti di aver avuto l’opportunità di conoscerLa e di aver condiviso con Lei le intricate e ricche trame della nostra terra, la cui geografia, siamo certi, diverrà nella Sua memoria il ricordo di una umanità e di un paesaggio per sempre. Conserveremo la Sua lezione, il Suo mite rigore, l’amicizia; e continueremo a seguirLa mentre ci consegneremo con invincibile fiducia al Colonnello Giancarlo Scafuri, al quale, sin d’ora, assicurando la nostra piena collaborazione, diamo il benvenuto e auguriamo buon lavoro.

Giuseppe Bombino