Reggio Calabria, il Dopolavoro Ferroviario ha risposto con senso di solidarietà all’iniziativa “l’amatriciana solidale”

amatriciana-reggio-calabria-solidaleIl Presidente del Dopolavoro Ferroviario di Reggio Calabria, Franco De Marco, il gruppo dirigente e la comunità dei Ferrovieri ha risposto con grande senso di solidarietà alla iniziativa “l’amatriciana solidale” per sostenere la cittadinanza di Amatrice. Il Dopolavoro Ferroviario è una grande comunità di lavoratori che ha nei suoi valori fondanti il pregio della solidarietà ed il Presidente De Marco ha pienamente manifestato la sua soddisfazione per l’iniziativa intrapresa in favore delle popolazioni terremotate, partecipando con i propri associati alla manifestazione per contribuire anche economicamente ad una iniziativa che è solo una infinita goccia nell’immenso delle necessità delle famiglie colpite dal sisma. Naturalmente il piccolo contributo dell’Associazione Dopolavoro Ferroviario, vuole rappresentare la generosa vicinanza di una categoria che ha radicato l’esperienza del mutuo soccorso nelle tante tragiche vicende che con dolorosa puntualità hanno colpito i nostri territori. Il buon risultato di questa iniziativa di solidarietà va anche a tutti i cittadini presenti, ma ugualmente a coloro che non hanno potuto partecipare ma che hanno sostenuto l’iniziativa e la nostra partecipazione. La manifestazione si terrà giovedi 15 settembre dalle 18:00 alle 21:00 sul Corso Garibaldi di fronte la scalinata del Teatro Francesco Cilea. Oltre alla partecipazione di solidarietà promossa dal Comune di Reggio Calabria, l’iniziativa avrà una sua parte dedicata alla tradizione del territorio di Amatrice e consiste nella degustazione di spaghetti all’amatriciana ad offerta libera. I piatti di amatriciana saranno preparati con i prodotti a Km 0 del Mercato della Terra Slow Food e saranno serviti ai cittadini con la collaborazione dei giocatori della Reggina 1914 e della Viola Basket Reggio Calabria, società sportive che ad oggi hanno aderito all’iniziativa. Il ricavato della giornata sarà devoluto alle popolazioni colpite dal sisma. Un evento, aperto al contributo di tutti, che sta già suscitando una vera e propria gara di solidarietà tra i reggini. Tantissimi i cuochi che contribuiranno alla preparazione dei prodotti, messi a disposizione dai produttori del Mercato della Terra. Tra loro gli chef Filippo Cogliandro, Enzo Milasi, Giuseppe Ferranti, Umberto Di Marco, Paolo Caridi, Gianfranco Condó, Pietro Zema, Antonio Battaglia, Mario Battaglia, Vincenzo Fimognani, Diego De Lorenzo, Francesco Trichilo, Pietro Cartellà. Ma la lista continua ad allargarsi, cosi come sempre più folta si fa la disponibilità di supporto organizzativo da parte di tanti gruppi e associazioni reggine e calabresi.