Reggio Calabria, Federmobili si presenta alla città. Santoro (Confcommercio): “una nuova strada per tutelare le piccole oasi rimaste”

thumbnail_img_6132Federmobili nazionale si presenta alle città e incontra le imprese del territorio per un’altra importante iniziativa organizzata, e fortemente voluta, della Confcommercio reggina con l’obiettivo di creare un nuovo gruppo di lavoro targato Federmobili Reggio Calabria. Una necessità, quella di ricompattare un settore che negli ultimi anni è stato fortemente penalizzato dalla grande distribuzione, partita dagli stessi imprenditori reggini per affrontare le nuove sfide che il mercato impone.
«Un settore, quello mobiliare, per nulla marginale – ha affermato il Presidente della Confcommercio reggina, Giovanni Santoro, durante l’incontro “Federmobili: Tradizione, professionalità e…” -. Basti pensare che a livello nazionale è uno dei più importanti. Avere l’attenzione da parte della Federazione nazionale ci inorgoglisce e ci proietta verso una nuova strada da intraprendere con i mobilieri della città per tutelare le nostre piccole oasi rimaste».
La Federazione Nazionale dei Negozi d’Arredamento, oggi, rappresenta 17 mila imprese di distribuzione con circa 21 mila punti vendita. È attiva sul territorio dal 1967, unica organizzazione nazionale della distribuzione nel settore arredamento, aderisce a Confcommercio-Imprese per l’Italia – ed è membro FENA – Fédération Européenne du Négoce de l’Ameublement.
Quello di ieri pomeriggio è stato un confronto, un interscambio di idee con i tanti imprenditori presenti partendo dalle problematiche che attanagliano la categoria: «Associazionismo vuol dire confronto e dal confronto si intraprende la strada del cambiamento – ha sottolineato il Presidente di Federmobili nazionale, Mauro Mamoli – Siamo al servizio dei mobilieri della zona con servizi, agevolazioni e convenzioni studiati e mirati per gli associati. Dobbiamo riprenderci in mano un settore per molti anni trascurato, basta guardare ai dati 2007/2013 per capire l’evoluzione del mercato italiano. C’è un’Italia che rimane, nonostante le difficoltà, un esempio di “capacità del fare”, una parte importante che si sforza di esportare un’immagine del Paese che non è solo quella della difficoltà economiche. Dobbiamo mostrare a tutti ciò che di bello e di buono è in grado di fare l’industria italiana del mobile».
Federmobili, che all’attivo vanta anche il gruppo Giovani Imprenditori Federmobili (GIF), per svolgere la propria attività ha costruito un sistema flessibile e integrato, composto da diverse strutture operative che gravitano intorno alla Federazione creando un’alleanza di imprenditori indipendenti che si distinguono per professionalità, qualità e servizi.
«Siamo dalla parte delle imprese – ha ribadito il Direttore Confcommercio Reggio Calabria, Marisa Lanucara -. I tanti cambiamenti, veloci e significativi, non ci permettono più di restare all’interno di un singolo comparto. Questo settore ha dato da vivere a generazioni di persone e ora non appare più una possibilità di realizzazione per le generazioni future e per questo è fondamentale essere positivi e uscire dagli schemi. Il prossimo obiettivo, ora – ha concluso la Lanucara – è quello di formare la squadra Federmobili Confcommercio Reggio Calabria per scrivere una nuova pagina».