Reggio Calabria, emergenza migranti: appello per “liberare le palestre di Scatolone e Scuola Media Archi”

scatolone-migranti1“Riunioni e incontri non sono serviti a pervenire ad adeguate soluzioni per le Palestre Viola (scatolone) e Scuola Media di Archi. Promesse ed impegni non hanno trovato alcuna disponibilità nelle istituzioni competenti”. Lo afferma in una nota il Presidente della Federazione Italiana Pallacanestro Comitato Regionale CalabriaSandro La Bozzetta.

“E’ assurdo e inaccettabile! L’insipienza e l’indifferenza fanno rabbia. Non è possibile fare morire un’attività sportiva che coinvolge centinaia di ragazzi senza alcun senso di responsabilità. La palestra “scatolone” continua ad ospitare i profughi ormai da molto tempo mentre la struttura di Archi, occupata abusivamente dai profughi con notevoli danni, in atto è oggetto di lavori per l’ostruzione interna delle fogne. L’andamento dei lavori però procede con avvilente lentezza e, malgrado gli impegni, non si riesce a pervenire al loro completamento. E’ una situazione che oggi, per il nostro sport, riveste drammaticità e problematiche economiche rilevanti. Ci appelliamo pertanto al Prefetto e al Sindaco di Reggio Calabria per un immediato e autoritario intervento. Visti i risultati ai quali sino a oggi non è stato possibile pervenire, è necessaria sensibilità e amore verso lo sport da parte di tutti. Alle nostre società chiediamo di partecipare martedi 27 settembre 2016 alle ore 17.30 ad un raduno pacifico all’esterno dello “scatolone”, con tutti i loro ragazzi e dirigenti, per dare un importante segnale alle istituzioni che, sino ad ora, hanno ignorato le necessità del nostro sport”.