Reggio Calabria, ConDivisa e Ammazzateci Tutti: “grazie ai Carabinieri che hanno salvato la bimba stuprata dagli ‘ndranghetisti”

CondVisa“Il nostro plauso ai Carabinieri che a Melito Porto Salvo hanno salvato una bimba vittima delle violenze e dei mostri e dall’omertà della gente – dichiarano in una nota Lia Staropoli, Presidente di “ConDivisa” e Aldo Pecora, Presidente del Movimento Antimafia “AmmazzateciTutti”, le due associazioni che si propongono di promuovere la legalità, gratuitamente, attraverso i valori che trasmettono gli uomini e le donne delle Forze dell’Ordine, delle Forze Armate e dell’Intelligence – Quel silenzio degli “onesti” è spietato quanto i pervertiti che stupravano da oltre due anni la bimba- continua la nota- ringraziamo i Carabinieri coordinati dal Colonnello Lorenzo Falferi e dal Capitano Gianluca Piccione e i Magistrati della DDA di Reggio di Calabria che li hanno diretti, l’operazione “Ricatto” dimostra ancora una volta che la ‘ndrangheta non tutela i bambini, non ha regole etiche , non è fatta da uomini d’onore. La società “civile” che sapeva- concludono Staropoli e Pecora- ha protetto i mostri che la stupravano, attraverso l’omertà e la reticenza, nessuno ha difeso la bambina dalle sevizie quotidiane tranne i Carabinieri”.