Reggio Calabria, clamoroso su “Festa di Madonna”: cambia ancora il percorso per la processione di martedì

Reggio Calabria, ancora un clamoroso ribaltone sul percorso della processione di martedì

reggio calabria processione festa madonna 2016Lo scorso 25 Agosto, quindi due settimane fa, la Curia di Reggio Calabria aveva ufficialmente pubblicato il nuovo percorso della processione della Madonna della Consolazione per la Festa Patronale di Reggio Calabria, in programma quest’anno per martedì 13 settembre. Un percorso rivoluzionato rispetto agli scorsi anni (vedi mappa a corredo dell’articolo), con l’uscita dal Duomo su via San Francesco da Paola fortemente voluta dall’arcivescovo Fiorini Morosini, che è Francescano, fino alle bretelle del Calopinace, e poi la risalita sul Corso per la prima volta dall’inizio meridionale della principale strada della città.

Già nei giorni scorsi si vociferava di difficoltà logistiche (e non solo…) su questa decisione, non tanto per la decisione in se’ quanto per il fatto che la Curia avrebbe deciso autonomamente questo cambiamento di percorso senza consultare il Comune. La Giunta comunale, quindi, si sarebbe sentita “trascurata” dalla Curia, che non avrebbe interpellato l’amministrazione cittadina (su un evento che comunque è ecclesiastico e rimane di autonomia della Chiesa).

Il Comune ha così bocciato il cambiamento di percorso, ufficialmente per “motivi logistici” o di “ordine pubblico”, rifiutandosi di adottare le ordinanze di propria competenza sui divieti di sosta e tutto il resto. La conferma ufficiale è arrivata stamattina durante la conferenza stampa di presentazione del programma della festa, quando pochi minuti fa il consigliere Nicola Paris ha affermato che “la richiesta di modifica di percorso della processione che era stato in un primo momento chiesto, non è stato possibile da attuare e ieri siamo andati a parlare con la curia e il percorso rimarrà invariato rispetto agli scorsi anni“.

immagineIn realtà la Curia e il Comune si sono incontrati e nella giornata di ieri hanno condiviso le modifiche del percorso, anche se la Curia aveva comunicato il nuovo percorso (già ufficialmente pubblicato sul sito dallo scorso 25 agosto) e informato regolarmente Palazzo San Giorgio affinché il Comune adoperasse le proprie dovute iniziative con le ordinanze di chiusura delle strade. Ma i problemi sono sorti sul tracciato di via San Francesco da Paola, dove sorgono i piccoli “birilli” che dividono la corsia preferenziale degli autobus e che avrebbero potuto provocare problemi ai portatori della vara e ai fedeli dietro il quadro della Madonna. Alla fine, quindi, di comune accordo s’è giunti alla decisione di abbandonare ogni possibile modifica e tornare al percorso tradizionale.