Reggina-Messina, è il grande giorno del Derby dello Stretto: attesi oltre 5.000 tifosi al Granillo, le probabili formazioni

Reggina-Messina, oltre 5.000 tifosi attesi sugli spalti del Granillo oggi pomeriggio

reggina messina derby tifosi curva sud

Torna Reggina-Messina, torna il Derby dello Stretto. La festa di Messina e Reggio Calabria. Il giorno tanto atteso è arrivato: oggi al Granillo (fischio d’inizio alle ore 16:30) va in scena la 74ª edizione di una delle partite di calcio più sentite e colorite d’Italia. E poco importa che si gioca in Lega Pro: la cornice di pubblico sarà senza ombra di dubbio da categoria superiore, nonostante le autorità abbiano vietato la trasferta ai tifosi siciliani rendendo “monco” uno spettacolo che nella storia è sempre stato bellissimo.

tifosi messina (1)Purtroppo si paga la testa calda di pochi facinorosi (che lo Stato non riesce a colpire ed emarginare) che anche nelle ultime occasioni del Derby, due anni fa, si sono resi protagonisti di episodi vili. A Reggio hanno lanciato bombe carta sui tifosi amaranto in tribuna coperta, a Messina dopo la sconfitta nel playout hanno tentato di forzare gli accessi alla tribuna del San Filippo accecati dalla rabbia del risultato, dopo aver lanciato petardi in campo colpendo un fotografo e provocando anche la sospensione della gara per qualche minuto. A rimetterci è comunque il calcio, tutti gli altri tifosi sani messinesi che volevano seguire la loro squadra con passione e tifo caloroso condito da sfottò e rivalità, ma sempre con rispetto nei confronti dei fratelli reggini con cui si è sempre vissuto in simbiosi. Perché questo Derby è come una stracittadina: si affrontano Reggina e Messina, le squadre di quelli che sono due quartieri dell’unica, grande, Città dello Stretto.

reggina tifosi 02Peccato per i tifosi ospiti, ma al Granillo ci saranno comunque oltre 5.000 supporters amaranto. Forse quasi 6.000. La società non ha reso noto il dato ufficiale relativo alla vendita di biglietti e abbonamenti, ma dovrebbe essere stata superata quota 3.000 per i biglietti della singola gara, mentre gli abbonati sono circa 2.500. Cifre straordinarie per questo contesto e questa categoria, anche perchè la vendita dei biglietti è iniziata venerdì pomeriggio e la gara – oltre che su Sportube – sarà trasmessa (gratis) anche in chiaro da Antenna Sicilia in TV, sul Canale 10 del Digitale Terrestre.

Derby 2005E’ il Derby n° 74 in gare ufficiali: questa partita nella storia s’è giocata 6 volte in serie A, 18 volte in serie B, 32 volte in serie C, 4 volte in Coppa Italia e 12 volte in Coppa Italia di serie C. Il bilancio complessivo è leggermente in favore del Messina, che ha ottenuto 31 vittorie contro le 26 della Reggina. I pareggi invece sono stati 16, ma l’ultimo risale ad oltre dieci anni fa, il 21 dicembre 2005 in serie A quando al San Filippo finiva 1-1 con Cozza che rispondeva nel finale al gol di Di Napoli con un pallonetto che scavalcava Storari e ammutoliva il San Filippo.

LaPresse/Francesco Saya

LaPresse/Francesco Saya

Nell’ultima stagione, due anni fa in Lega Pro, Reggina e Messina si sono affrontate 4 volte: due in campionato, due ai playout. Il Messina ha vinto entrambe le gare della regular season (0-1 al Granillo con il super-gol di tacco di Orlando, 4-1 al San Filippo con la famosa goleada del selfie di Ciciretti), ma poi ai playout la Reggina vinceva sia al Granillo che al San Filippo, sempre 1-0, con gol all’andata di Insigne, al ritorno di Balistreri, entrambi su assist di Zibert, condannando i rivali alla retrocessione in serie D e conquistando la salvezza.

Un risultato che veniva poi capovolto dalle vicende di un’estate caldissima (quella del 2015), con il fallimento della Reggina che non riusciva ad iscriversi al campionato, e il ripescaggio del Messina.

Reggina Messina derby playout (45)Sembra che il destino si sia preso gioco di Reggina e Messina, dopo le due “carcagnate” (a Reggio le chiamano così) consecutive della serie A nel 2006 e nel 2007: prima il 30 aprile 2006 la Reggina vinceva 3-0 (gol di Cozza, Amoruso e Bianchi) condannando il Messina alla retrocessione in B e conquistando la salvezza matematica. Poi il Messina veniva ripescato per lo scandalo di Calciopoli e l’anno dopo la Reggina iniziava il campionato con 15 punti di penalizzazione, e quando all’andata il Messina vinceva 2-0 al San Filippo (doppietta di Riganò), la Reggina aveva 18 punti in meno dei dirimpettai e sembrava condannata ad una certa retrocessione. Ma dopo una stagione entusiasmante, la più bella di sempre nella storia amaranto con Walter Mazzarri in panchina, nella partita di ritorno al Granillo il 18 aprile 2007 la Reggina vinceva ancora una volta 3-1 sempre contro il Messina, avvicinandosi alla salvezza e condannando ancora una volta gli storici rivali alla seconda consecutiva retrocessione in serie B, anche stavolta al Granillo, che diventava un incubo. Neanche quel giorno c’erano tifosi ospiti, ma non perchè la trasferta era vietata: gli ultras messinesi decisero di non seguire la squadra ufficialmente per protesta, ma probabilmente per evitare di vivere l’ennesima umiliazione.

E’ una storia infinita quella del Derby dello Stretto, una storia di tifoserie sorelle ma rivali, di gol e di campioni che hanno fatto la storia di due piazze gloriose per il calcio meridionale. Una storia che continua, anche oggi, alla ricerca di nuovi protagonisti.

Buon Derby a tutti.

Probabili formazioni:

Reggina (4-3-3): Sala; Cane, Gianola, Kosnic, Possenti; Romanò, Botta, De Francesco; Lancia, Coralli, Oggiano. All. Zeman.
Messina (4-3-3): Russo; Mileto, Maccarrone, De Vito, Marseglia; Capua, Musacci, Foresta; Madonia, Pozzebon, Milinkovic. All. Marra.

Le fotogallery storiche dei Derby: