Ponte sullo Stretto, Salini: “siamo pronti a partire anche domani”

ponte sullo strettoSiamo pronti a partire, anche domani”. Lo afferma l’amministratore delegato di Salini Impregilo, Pietro Salini, a margine della celebrazioni dei 110 anni del gruppo delle costruzioni, dopo che il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, rivolto allo stesso Salini, ha rilanciato il progetto del Ponte sullo Stretto di Messina. L’infrastruttura, ha spiegato Salini, “si può realizzare in sei anni, ma dipende da quando si inizia”. E “se si creano le condizioni perché si possa investire a lungo termine, il Ponte lo si fa con i soldi degli altri“.
In ogni caso “dobbiamo preoccuparci essenzialmente di rendere l’opera il meno impattante possibile sui conti dello Stato”. L’opera è “già in concessione e creerebbe 100 mila posti di lavoro al Sud“. A questo punto “il tema non è tecnico, ma di carattere politico, burocratico e di spesa”. E quando il premier ha parlato di carte da sbloccare, “probabilmente si riferiva ai progetti che dobbiamo riprendere a discutere con Ferrovie e Anas, gli stakeholder del progetto”. (AdnKronos)