Ponte sullo Stretto, Civati: “da Renzi tributo a Berlusconi”

Civati“Quando mi appellavo al centrosinistra perché rispettasse le promesse fatte agli elettori, mi riferivo alle nostre promesse, non a quelle di Berlusconi. La mossa di Renzi, che rilancia il ponte sullo stretto, va vista in tre modi”. Così in una nota il deputato di Possibile, Pippo Civati. “E’ poi un segnale al già schieratissimo mondo dei grandi gruppi di potere italiani, che a partire da Confindustria fanno campagna apertissima per il sì al referendum. Il favore è restituito”, aggiunge il leader di Possibile. “Terzo, è il classico colpo ad effetto che Renzi predilige, la mossa per spostare il dibattito e allontanarlo da un tema per lui scomodo. Invece di parlare dei sondaggi che danno il sì in calo, invece di parlare di questa pessima riforma, o dei dati preoccupanti dell’economia e del lavoro, parliamo tutti di ponte sullo stretto. Noi ci stiamo, e ne abbiamo di cose da dire, ma non pensi che allenteremo la presa sul resto“, conclude Civati.