Polistena (Rc), al via il nuovo anno scolastico anche per gli studenti del “Giuseppe Rechichi”

rechichiAl via il nuovo anno scolastico anche per gli studenti del “Giuseppe Rechichi”. Il prossimo mercoledì 14 settembre aule aperte per gli allievi che hanno scelto il Liceo di Polistena e l’indirizzo Musicale, con sede a Cinquefrondi. Per le classi prime è stata predisposta l’accoglienza presso l’Auditorium Comunale di Piazza Municipio. Tutti gli studenti al primo anno di corso saranno ricevuti dal Dirigente Scolastico e dai docenti del Liceo a partire dalle ore 8 di giorno 14. Da lì saranno accompagnati dai professori nelle rispettive classi ubicate nei due plessi del Liceo (indirizzi Linguistico, Socio – Economico e Scienze umane) siti in Via Lombardi e in Via Vescovo Morabito a Polistena. Per gli allievi del Musicale, il Comune di Cinquefrondi ha previsto un servizio navetta per il plesso di Via Gramsci. Per l’anno scolastico 2016 – 2017, le sezioni ASU e BSU saranno ubicate in Via Lombardi, mentre tutte le classi del linguistico, del socio – economico e il corso C dell’indirizzo Scienze Umane nella sede di Via Vescovo Morabito. «Riparte il percorso didattico e formativo per gli studenti del Liceo – commenta il Dirigente Scolastico Francesca Maria Morabito. Il “Rechichi” è una scuola in crescita, con ben 8 prime in formazione per il 2016 – 2017. È un risultato che ci soddisfa e che premia l’attenzione costante nei confronti degli studenti e delle loro esigenze. Con uno sguardo al territorio, verso il quale il Liceo si pone come punto di riferimento per la formazione di giovani cittadini consapevoli e responsabili, pronti a dare un contributo per lo sviluppo civile ed economico. Abbiamo già avviato i percorsi di alternanza scuola – lavoro con gli enti locali e la nostra programmazione guarda già all’orientamento universitario per gli studenti delle classi quinte. La nostra attenzione è rivolta non solo alle conoscenze scolastiche degli allievi – continua la Morabito – ma soprattutto a formare individui capaci di spendere le proprie competenze nel tessuto sociale e produttivo del Paese. Senza contare le esperienze internazionali in entrata e in uscita che la nostra scuola è in grado di offrire in rete con istituzioni a questo preposte. Sono certa – conclude il Dirigente Scolastico – che non mancheranno occasioni di confronto e di crescita con le realtà più prestigiose della provincia di Reggio, come già accaduto nello scorso anno scolastico».