Otto vigili urbani di Cosenza si recheranno nelle zone colpite dal sisma per contribuire al ripristino dei servizi essenziali

LaPresse/Stefano Costantino

LaPresse/Stefano Costantino

Otto vigili urbani della Polizia municipale di Cosenza si recheranno, il prossimo mese di ottobre, nelle zone colpite dal sisma nel centro Italia. Il sindaco Mario Occhiuto, insieme al comandante del corpo, Gianpiero Scaramuzzo, ha immediatamente accolto l’invito dell’Anci (Associazione Nazionale dei Comuni italiani) relativo all’azione di reperimento di tecnici comunali e agenti della polizia locale. Come si ricorderà, già all’indomani del terribile terremoto dello scorso 24 agosto, l’Esecutivo Occhiuto aveva provveduto a stanziare 10mila euro che l’assessore Fedele Bisceglia ha poi consegnato personalmente al sindaco di Amatrice. Adesso, in particolare, il personale del comando di via Bendicenti contribuirà, come da richiesta, a prestare servizio nei presidi di sicurezza, a dare supporto alla viabilità e altre funzioni accessorie per il ripristino delle attività essenziali nei luoghi colpiti dalla calamità naturale. La missione sarà coordinata in loco dalla Protezione civile nazionale attraverso i referenti Anci che comunicheranno anche la data di partenza in base al programma che coinvolge appunto tutti i Comuni italiani.