Milazzo (Me), oggi la presentazione della stagione QuiNteatro 2016/2017

quinteatro-2016-2017Si è svolta oggi, presso la Sala Giunta del Comune di Milazzo la conferenza stampa di presentazione della Stagione QuiNteatro 2016/2017, diretta dal regista Giuseppe Pollicina, organizzata dall’Associazione Culturale Le Alte Terre di Mezzo, e giunta al suo terzo anno di vita. Moderata dal dott Giovanni Petrungaro e in presenza dell’assessore Damiano Maisano, dello staff di QuiNteatro, e di un numeroso pubblico, il direttore artistico ha illustrato la stagione teatrale che tra poco più di un mese avrà inizio presso il Teatro Trifiletti di Milazzo. Si inizierà il 20/11/2016 alle 18,00 con “Camere con crimini” di Sam Bobrick e Ron Clark, una caustica black comedy sui rapporti tra i sessi e più in generale tra le persone, con l’interpretazione di Toti e Totino che offre un’inedita soluzione alle problematiche di coppia: l’omicidio. Il 04/12/2016 “Holden”, la Sir Luis Production ci presenta un classico tratto da “Il giovane Holden”. Un ragazzo di diciassette anni che, qualche giorno prima di un Natale degli anni ’50, viene espulso dal college che frequenta in Pennsylvania, invece di rimuginare sui suoi errori decide di partire alla scoperta di un nuovo mondo. Senza neanche avvertire i genitori va nella Grande Mela. E’ qui che inizia l’avventura del protagonista alla ricerca della libertà e di emozioni che lo catapultino nel mondo adulto. E’ quindi la volta di “Cuori scatenati” il 18/12/2016 Il ritorno di fiamma, si sa, può essere molto pericoloso. Quando il fuoco della passione sia accende tra Diego Ruiz e Francesca Nunzi, le scintille divampano in maniera esagerata! Se poi a spegnere l’incendio ci si mette uno come Sergio Muniz, la situazione diventa veramente incontrollabile! E cosa succederebbe se Maria Lauria, la futura sposa, praticamente con un piede sull’altare, venisse a scoprire tutto? L’ 08/01/2017 è la volta di “Scarti Elementari” con Mimmo Ruggiero, Giuseppe Abramo e la partecipazione straordinaria di Loretta Rossi Stuart. Regia di Claudio Insegno. Cosa vi accadrebbe se vi dicessero che dovete tornare alle elementari? E’ quello che succede a 3 attori squattrinati alla continua ricerca del provino della vita e con una famiglia e dei figli che lamentano le continue assenze dei papà troppo impegnati a diventare “famosi”. Un Calabrese, un Romano e un Napoletano che a quasi 40 anni si rimetteranno sui banchi di scuola.

A seguirli nel loro percorso scolastitania-alioto-giuseppe-pollicina-mariella-gitto-assessore-damiano-maisano-ivan-bertolamico un’avvenente e preparatissima maestra, sexy e materna al tempo stesso. Attore Siciliano fra i più popolari e poliedrici, Il 22/01/2017 Cosimo Coltraro porta a teatro una delicatissima storia: “I marrunati di Giufà” In realtà, sebbene la sua comparsa nella tradizione scritta siciliana risalga a tempi relativamente recenti, Giufà (o Giuchà o Jochà o G’ha) è l’eroe o l’antieroe di una serie di storie popolari fiorite nel bacino del Mediterraneo e diffuse in particolare nel periodo della diaspora giudeo-spagnola e orientale. Personaggio creato in chiave comica, caricatura di tutti i bambini siciliani, Giufà ci fa sorridere, con le sue incredibili storie di sfortuna, sciocchezza e saggezza, ma ha anche il gran merito di farci conoscere meglio la cultura dominante in Sicilia tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del Novecento Il 05/02/2017 E’ il turno di Pirandello con “Uno nessuno e centomila”. Dopo quasi 10 anni di assenza, Enrico Lo Verso torna in teatro per la messa in scena di uno dei testi più classici della letteratura italiana contemporanea. L’attore sceglie, infatti, di interpretare Vitangelo Moscarda, l’eroico protagonista di ‘Uno, nessuno e centomila’, testo tratto dal romanzo di Pirandello, che ora compie 90 anni dalla pubblicazione. Il Vitangelo Moscarda (per gli amici Gengè) interpretato da Lo Verso, così come nel riadattamento del testo di Alessandra Pizzi (che cura anche la regia dello spettacolo) è un uomo di oggi, vaga nelle difficoltà della quotidianità, alla ricerca di conferme esterne, sino alla conquista della consapevolezza del proprio “sé” che è l’unico vero traguardo dell’esistenza. Il 10 Febbraio 2017 RING con Michela Andreozzi e Massimiliano Vado – 17 quadri sulla vita di coppia, sulla vita a due, sulle esplosioni emotive che si sviluppano tra abbracci e uppercut, tra euforie e certezze, risate e dramma. Uno spaccato dei rapporti delle tante sfaccettature del rapporto tra uomini e donne che si incontrano, si scontrano, si uniscono e si separano in quel meraviglioso gioco che è la vita. Il 19/02/2017 Dopo i successi delle ultime due stagioni torna Ivan Bertolami con “Non era la quinta, era la nona” il testo di Aldo Nicolaj che ha avuto maggiore successo all’estero. II perno della commedia è Eva (forse il nome non è casuale) intrigante figura femminile, autentica forza della natura che passa dallo sbandamento del non saper che fare all’eccesso di saperlo anche troppo. Ecco allora le incomprensioni o l’egoismo piccolo borghese, un tocco di umanità o di infantile crudeltà animare a turno Eva, Bruno e Mario personaggi amabili e mai volgari, carnefici e vittime insieme, che ci fanno ridere e riflettere insieme. Il 12/03/2017 “Toccata e fuga” diretto e interpretato da Giuseppe Pollicina vede in scena anche Salvo Mayer. Quando Derek Benfield scrisse “Touch and go” (tradotto in italiano “Toccata e fuga”) probabilmente neanche si aspettava che la sua opera avrebbe incontrato una grande popolarità nei teatri di tutto il mondo, oltre al successo, questo sì prevedibile, che ebbe in Gran Bretagna. La commedia riprende ed esalta le movenze del più riuscito Vaudeville. Il 26/03/2017 Va in scena “Profumi, Boa e Champagne” L’Operetta sotto tanti punti di vista con i più conosciuti interpreti della Compagnia Operettistica Siciliana diretta dal M° Maria Sicari. Il 23/04/2017 chiuderà la stagione, una rassegna di Corti Teatrali denominata “CorTeatro” una carrellata di corti teatrali da 18 Minuti Ancora una volta Quinteatro, dunque, riconferma la linea seguita in questi ultimi due anni, nei quali non è mai venuta meno la qualità in scena e la convenienza al botteghino con abbonamenti a partire da 70€ per le convenzioni, 80€ per i rinnovi e 90€ per i nuovi abbonati. Si tratterà di 11 spettacoli, di vario genere in grado di mettere d’accordo le diverse tipologie di pubblico. Inoltre, anche quest’anno non mancheranno le novità, una carrellata di corti teatrali da 18 minuti denominata CorTeatro, dei quali, però, soltanto tre arriveranno al serale dove i tre spettacoli selezionati saranno giudicati dal pubblico e da una giuria di qualità. Organizzato dall’Associazione Culturale Le Alte Terre di Mezzo in compartecipazione con il Comune di Milazzo, la rassegna QuiNteatro è dunque pronta ad aprire il sipario.