Messina, tegola fidejussione. Stracuzzi a StrettoWeb: “FIGC poco chiara, noi nessuna responsabilità”

Il Messina è stato deferito al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare per una serie di inadempienze, Stracuzzi spiega la situazione del club giallorosso

LaPresse/Carmelo Imbesi

LaPresse/Carmelo Imbesi

Ultime ore calde in casa Messina e tegola fidejussione che pesa per i giallorossi. Il club è stato poi deferito al Tribunale Federale Nazionale Sezione Disciplinare a seguito di segnalazione della CO.VI.SO.C per una serie di inadempienze. Intervistato in esclusiva da StrettoWeb Stracuzzi ha dichiarato: “in merito alla fidejussione sono sereno perché abbiamo ottemperato a tutti gli adempimenti richiesti nei tempi utili. Purtroppo la Figc nel comunicato inerente i requisiti che dovevano avere le società di assicurazione abilitate a dare fidejussione non è stata chiara pertanto abbiamo dovuto fare due fidejussioni una prima con un aggravio di costi oltre 25000 euro con la Martos e un’altra dopo con la Gable chiaramente con una settimana di ritardo perché la non validità ci era stata comunicata oltre i termini di presentazione. La responsabilità ricade esclusivamente sulla Figc che non è stata chiara nel comunicare i requisiti necessari o ancora meglio mettere a disposizione un elenco delle società abilitate ad emettere fidejussione”.