Messina: il 18 ottobre la città vedrà il piano regolatore del porto

L’on. Beppe Picciolo assicura che il prossimo 18 ottobre sarà data la luce al piano regolatore del porto di Messina

LaPresse/Carmelo Imbesi

LaPresse/Carmelo Imbesi

L’on. Beppe Picciolo comunica un evento molto importante per la città messinese. “Appuntamento nella sede dell’Autorità portuale di Messina il prossimo 18 ottobre alle ore 10 per il tavolo tecnico al quale parteciperanno tutti i soggetti competenti ad esprimere parere sul “rapporto ambientale” ovvero l’ossatura portante del tanto atteso documento che dovrebbe consentire il passaggio alla fase 2 della zona falcata della città dello Stretto”. Lo afferma il capogruppo all’Ars di Sicilia Futura on. Beppe Picciolo che ricorda “il valore del Rapporto ambientale, un tomo di oltre mille pagine che l’Autorità portuale di Messina, nella persona dell’architetto Francesca Moraci, ha provveduto a redigere ed inviare per conto della Authority a Palermo ”. Adesso, con la massima celerità, l’assessorato al territorio e ambiente della Regione siciliana provvederà ad inoltrare il prezioso lavoro dell’Autority, azzerando le lungaggini burocratiche, a tutti i soggetti interessati ad esprimere il parere e fra tre settimane, seduti intorno ad un tavolo, verranno recepiti gli eventuali ulteriori pareri degli stessi e poi sarà compito dell’assessorato Territorio ed Ambiente redigere un parere complessivo da restituire all’Autorità portuale che provvederà ad acquisire e quindi procedere alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Prg del porto e degli allegati obbligatori.

“Mi corre l’obbligo – ha aggiunto Picciolo – ringraziare come Sicilia Futura l’Assessore Maurizio Croce ed il presidente dell’Autority Antonino De Simone per l’instancabile impegno profuso affinché venissero superati tutti i nuovi ostacoli per arrivare ad una rapida soluzione degli atti propedeutici al Prg ed il tavolo tecnico del 18 ottobre prossimo testimonia  proprio la volontà di comprimere al massimo i tempi tecnici per l’approvazione di un atto fondamentale per la Città di Messina: potremo allora veramente dire siamo finalmente ad una vera svolta!”.