Messina, Cisl: “nessuna risposta positiva per la Polizia Municipale. Via alle azioni legale”

polizia municipale“Troppo tempo si è perso, troppe parole sono state invano proferite, troppa carta si è sprecata inutilmente in particolare fra il Direttore Generale ed il Comandante del Corpo della Polizia Municipale, per potere ancora una volta attendere risposte positive sulla questione dei buoni pasto, che non arrivano mai. È per questo che questa Segreteria sindacale, rompendo gli indugi e dopo aver opportunamente consultato i propri legali, ha deciso di adire le vie legali, ricorrendo giudizialmente sia per l’accertamento del Comportamento antisindacale, sia per il recupero coattivo di quanto dovuto, patrocinando l’azione giudiziari dei singoli dipendenti iscritti alla Cisl. L’atteggiamento messo in opera da chi non da seguito agli accordi sindacali, sanciti al tavolo contrattuale, ampiamente verificati davanti a sua Eccellenza il Prefetto ed ulteriormente chiariti nei numerosi incontri trattanti specifici temi, lede l’onorabilità, la credibilità, e l’autorevolezza del Sindacato nei confronti dei Lavoratori che si sentono presi in giro. Purtroppo e nostro malgrado, siamo sempre più convinti che il ricorso all’autorità giudiziaria e/o agli organi ispettivi siano l’unico sistema in questo comune e con questa dirigenza per fare rispettare i diritti dei lavoratori in merito alle tutele, al rispetto dei contratti, al diritto di lavorare in ambienti salubri e sicuri e con una adeguata dpi. Già nella prossime ore il legale darà seguito al mandato. Inoltre nel breve, in assenza di prove tangibili di operosità, provvederemo a inoltrare richiesta di verifica agli enti ispettivi chiamati a tutelare il lavoratore nell’incolumità fisica e nella sua dignità“. E’ quanto scrive in una nota il segretario generale della Cisl Calogero Emanuele.