Melito Porto Salvo (Rc): “il Pci non vuole e non può rimanere in silenzio dopo gli episodi gravissimi di violenza”

Il Pci dopo gli episodi di violenza che hanno riguardato Melito Porto Salvo, in provincia di Reggio Calabria, non può e non vuole rimanere in silenzio

violenza sessuale“Purtroppo, i giornali di questi giorni ci hanno messo davanti, ancora una volta, ad un gravissimo episodio di violenza, compiuto (fatta salvo ovviamente l’accertamento delle singole responsabilità che è compito precipuo della Magistratura) peraltro a danno di una ragazzina minorenne. La vicenda emersa a seguito delle indagini esperite dalle Forze dell’Ordine nel circondario della cittadina di Melito Porto Salvo, richiama l’attenzione di tutti su due questioni che costituiscono, purtroppo, negli anni recenti, temi che si ripetono con disarmante quotidianità: violenza su minori e su donne. Quando si verificano simili casi, ci sembra di vivere un regresso di civiltà. Certo è che se tanti episodi si registrano in tutte le parti dell’Italia, evidentemente il sistema di tutele che uno Stato civile ed avanzato deve mettere in campo non è ben adeguato ai tempi. Il nostro Partito, da sempre attento alla difesa dei diritti primari ed assoluti e tra questi quello alla tutela della persona e della dignità umana, non può e non vuole rimanere in silenzio. Per questo condividiamo la scelta della fiaccolata indetta per domani (venerdì 9.09.2016, h. 21,30) proprio a Melito Porto Salvo e vi aderiamo con ferma convinzione di poter essere tra i tantissimi che si sentono indignati davanti a vicende come quella che ci ha segnato in questi giorni e anche attraverso le iniziative di protesta tentano di far si che non accadano più simili barbarie”.