Lotta alla ‘ndrangheta, il premio internazionale “Livatino-Saetta-Costa” a Klaus Davi

Klaus DaviIl Premio internazionale Rosario Livatino- Antonino Saetta- Gaetano Costa, per l’impegno sociale, entra nel vivo. La cerimonia finale avrà luogo a Catania, il 21 settembre, alle ore 9.00, nell’aula delle conferenze dell’Istituto penitenziario di Catania Bicocca. Una ventiduesima edizione ricca di spunti, durante la quale si assegneranno riconoscimenti a magistrati, giornalisti, uomini delle Forze dell’ordine. Il premio, organizzato dal Comitato spontaneo antimafia viene conferito, da anni, a quanti si sono distinti per l’impegno nei rispettivi settori, contro la criminalità organizzata. Tra le passate edizioni spiccano, nel palmares dei premiati, nomi del calibro dei giudici Giancarlo Caselli, Gherardo Colombo, Carla del Ponte, Nicola Gratteri, Salvatore Di Landro, Baldassar Gaston Real, Rosario Priore, Piercamillo Davigo ed altri ancora, tutori della legge, come il Vice Questore Manfredi Borsellino, Dr. Guido Marino, Questore di Napoli. Tra i premiati dell’edizione 2016, LaC Tv, giovane network televisivo calabrese e la sua direzione editoriale, produttore del format “Gli Intoccabili”, novità della stagione 2015-2016, per l’impegno instancabile nella lotta alla criminalità organizzata che passa anche attraverso un’informazione corretta e tempestiva. Insignito di premio anche il massmediologo Klaus Davi, per aver ideato e condotto il programma e per i servizi realizzati per Rai Uno sul tema ‘Ndrangheta. Il riconoscimento verrà conferito dal Comitato, rappresentato dal presidente Attilio Cavallaro, a ricordo del sacrificio dei magistrati, servitori dello Stato.