La zona falcata di Messina, Mancuso: “una risorsa straordinaria a cui dare assoluta priorità”

Zona Falcata (1)“Mi ha fatto molto riflettere l’invito rivolto tempo fa dal professore Josè Gambino alla deputazione nazionale, in una intervista a Lucio D’amico sulla Gazzetta del Sud, e sono convinto di esprimere la mia condivisione ed il mio supporto alle sue idee progettuali (che ho avuto modo di approfondire) sulla rivalorizzazione della zona falcata di Messina. Anche se, come giustamente osservato dal Rettore dell’Università degli Studi Professore Pietro Navarra, prima della realizzazione di progetti strategici di riqualificazione dell’area falcata credo sia necessario avere contezza, mediante il contributo scientifico offerto dalla stessa Università, dell’inquinamento ambientale esistente nella zona (creato nel corso degli anni per certe scelte scellerate) in termini quantitativi e tipologici. Superata questa fase di monitoraggio e di caratterizzazione sarà necessaria una forte iniziativa politica ed istituzionale per un progetto globale di bonifica ambientale prima, e di riqualificazione e valorizzazione dopo, anche con la realizzazione delle suggestive ipotesi del Professore Gambino, quale quella riguardante l’Acquario dello Stretto, o di altri esperti e studiosi”, è quanto scrive in senatore Bruno Mancuso. ”Un progetto speciale, che -prosegue- così come suggerito dallo stesso docente universitario, come per Bagnoli, miri anche alla totale bonifica dei materiali tossici presenti ed interrati e alla realizzazione di strutture di attività culturali e turistiche, utilizzando in parte i fondi del Ministero dell’Ambiente, che, come recentemente comunicato dal ministro Galletti, ha già finanziato diversi progetti di bonifica ambientale nella nostra regione, e quelli del ministero ai Beni Culturali ed i fondi comunitari. Una proposta forte che dovrebbe essere portata avanti in piena sinergia da tutta la deputazione messinese, e presentata già al Governo Nazionale in occasione della preannunciata visita del Presidente del Consiglio Renzi per la sottoscrizione del Patto con la Città-Area Metropolitana di Messina“, conclude.