La Reggina già al lavoro per la trasferta di Monopoli, poi inizia un incredibile “tour de force” ma al Granillo c’è subito un altro Derby

Reggina, dopo l’1-1 di ieri col Catania si lavora alla trasferta di domenica a Monopoli. Poi arriva il Cosenza al Granillo e inizia il periodo più difficile prospettato dal calendario

LaPresse/Francesco Saya

LaPresse/Francesco Saya

Dopo l’ottimo pareggio rimediato ieri al Granillo nella sfida contro il Catania, la Reggina è già al lavoro per la trasferta di domenica in Puglia, sul campo del Monopoli. Una partita stavolta alla portata degli amaranto, uno scontro diretto per la salvezza che Zeman sta preparando con l’obiettivo di ottenere il primo successo in trasferta dopo la sconfitta di Fondi e il pareggio di Agrigento (preceduti dal pareggio di Vibo e dalla sconfitta di Pagani nelle prime due partite ufficiali della stagione in Coppa Italia). Il Monopoli ha ottenuto 4 punti nelle prime 4 giornate di campionato, uno in meno della Reggina, ma tutti in trasferta andando a vincere sul campo della Casertana 0-1 e poi pareggiando ieri 1-1 a Siracusa.

monopoli-lecce In casa i pugliesi hanno rimediato due sconfitte in altrettante gare ma contro due big del torneo, 1-2 con il Lecce all’esordio, poi 0-1 con la Juve Stabia. Domenica allo stadio Vito Simone Veneziani sono attesi circa 2.000 spettatori. Per la Reggina sarà una partita importante perchè è l’ultima contro un avversario di pari livello prima di una serie di partite molto difficili. Infatti nelle 5 gare successive la Reggina affronterà prima il temibile Cosenza (il 25 settembre alle 20:30 al Granillo in un altro derby che richiamerà tanti tifosi sugli spalti), poi la trasferta sul campo del Super-Lecce (il 2 ottobre sempre alle 20:30), poi di nuovo in casa contro la Juve Stabia il 9 ottobre alle 20:30, poi il 16 ottobre la trasferta di Caserta sul campo della Casertana (ore 20:30) e infine a chiudere il tour de force un’altra sfida al Granillo in notturna, il 23 ottobre alle 20:30 contro il forte Matera. Da quel momento inizierà una fase più in discesa con il calendario che propone Vibonese, Siracusa, Melfi, Taranto e Catanzaro.

monopoli-regginaMa intanto dopo il “tour de force” amaranto saremo alla 10ª giornata e la classifica inizierà a diventare importante. Ecco perchè per la Reggina sarebbe positivo fare risultato a Monopoli, garantendosi poi una certa tranquillità per affrontare le big del torneo in modo più spensierato. Anche se le prime gare stagionali e soprattutto le partite contro le tre siciliane (Messina, Akragas e Catania) hanno dimostrato che questa squadra se la giocherà a viso aperto con chiunque e, soprattutto al Granillo, venderà cara la pelle.