La Conferenza delle Regioni ha valutato positivamente i progetti per la tutela delle minoranze linguistiche storiche della Calabria

regione-calabriaLa Commissione “Affari Istituzionali” della Conferenza delle Regioni, presieduta dal Vicepresidente della Giunta regionale della Calabria, prof. Antonio Viscomi, ha espresso parere favorevole allo schema di decreto per la ripartizione dei fondi per il finanziamento di progetti presentati dalle Pubbliche Amministrazioni a tutela delle minoranze linguistiche storiche. Ai progetti presentati dalle amministrazioni calabresi – informa una nOta dell’Ufficio stampa della Giunta regionale – sono stati assegnati 122.730 euro, pari quasi all’8% delle risorse nazionali complessive. Risorse maggiori rispetto a quelle assegnate alla nostra Regione hanno avuto la Sardegna, il Piemonte e il Friuli; poca differenza vi è con l’importo assegnato alla Valle d’Aosta; seguono le Regioni Campania, Molise, Puglia, Sicilia e Veneto. I progetti presentati e finanziati riguardano: a) la creazione di otto sportelli linguistici nell’ambito del progetto “Il greco di Calabria” che aggrega 12 comuni ed è stato presentato dalla provincia di Reggio Calabria; b) la prosecuzione dello sportello linguistico già avviato a tutela del patrimonio culturale arbereshe presso quattro comuni, presentato dal comune di Caraffa di Catanzaro; c) il progetto di valorizzazione della lingua arbereshe presentato dal comune di Firmo (CS) e destinato ad aggregare sette altri comuni; d) la prosecuzione dello sportello linguistico e l’aggiornamento del sito web del distretto arbereshe che aggrega tre comuni, dei quali capofila è Pallagorio (KR); e) il progetto di sportello linguistico denominato “Arberia” che aggrega cinque comuni di cui capofila è San Giorgio Albanese (CS); f) lo sportello linguistico del comune di San Martino di Finita (CS); g) il progetto promosso dal Comune di San Benedetto Ullano (CS) per sostenere l’uso della lingua arbereshe nei rapporti tra cittadini e amministrazione, per promuovere la cultura di origine nonché il completamento della versione arbereshe del sito istituzionale. Il prof. Viscomi intende esprimere il suo apprezzamento per le amministrazioni che hanno partecipato alla manifestazione di interesse per la tutela e la valorizzazione delle minoranze linguistiche storiche, sottolineando come l’aggregazione di più amministrazioni su base territoriale nella prospettiva della realizzazione di un obiettivo comune abbia costituito il vero fattore di successo e di attrazione di risorse nazionali.