In Calabria si è svolto il Congresso sul tema “Dolore Cronico Fibromialgia e Patologie autoimmuni- le Nuove Frontiere”

sala-1In una location  meravigliosa dove è possibile trascorrere  momenti di svago e relax il 25 Settembre al Club Hotel Kennedy si è svolto il I Congresso : Dolore Cronico Fibromialgia  e Patologie autoimmuni- Le Nuove Frontiere – Il Protocollo del Dott Antonio Di Carlo. L’evento ha visto una grande partecipazione dei cittadini provenienti da diversi paesi della Calabria ,ma anche dalla Lombardia  e Puglia, assente la Sicilia a causa del maltempo.  Alle ore 15.30 con un po’ di ritardo i lavori sono iniziati  con la presentazione del Protocollo da parte del ricercatore  il Dott. Antonio Di Carlo che in modo molto semplice ha spiegato come agisce il meccanismo della cura proposta che porta il suo nome e consiste nell’applicazione di un regime alimentare che impone la privazione di alcune categorie di alimenti  e l’assunzione di integratori a base  sostanze naturali.  Grandi assenti i cibi  della dieta Mediterranea: le Solanacee,Pomodori, melanzane, peperoni,  patate oltre a tutti gli alimenti contenenti  glutine  e caseina. Questi alimenti vengono eliminati perché’ influiscono negativamente sulla salute di chi ha patologie autoimmuni in quanto provocano la Sindrome da Intestino Permeabile o Leaky Gut Syndrome  e di conseguenza Artrite Psoriasica, Artrite Reumatoide, Tiroidite di Hashimoto, Morbo di Chron… La causa di tutto ciò è dovuta al malfunzionamento del sistema immunitario che attacca gli organi del corpo, provocando le patologie di cui si è parlato. L’Intervento del Dott. Luigi Binetti ha spiegato  il funzionamento degli integratori del Protocollo, in modo scientifico e ha presentato gli ultimi che portano il nome del Ricercatore : FIBROANT e IMMUNOANT. Lo Psicologo Dott. Luca Strambi, nella veste di Editore ha presentato il nuovo libro :“Dalla Parte della Soluzione”che presto sarà nelle librerie, tratta  della storia del Ricercatore ma anche delle storie e delle testimonianze delle persone che hanno provato il Protocollo e ne hanno trovato grande giovamento. I partecipanti al congresso hanno rivolto domande al ricercatore  ma anche agli altri relatori dimostrando interesse e partecipazione. Uno spazio importante è stato occupato dalle testimonianze  degli effetti positivi della cura che hanno portato a poco più di 9000 remissioni o miglioramenti delle patologie. Tra queste una testimonianza eclatante quella di una signora che in soli 8 mesi di cura le è stato possibile  perdere 60 Kg senza alcun sacrificio, ma anche a controllare diabete e pressione dimezzando o annullando li farmaci. Inoltre ha ridotto l’uso della Bombola di Ossigeno da cui non può definitivamente a tutt’oggi liberarsi ha eliminato gli effetti dell’allergia di cui ne era affetta da molto tempo. La Naturopata Marta di Masi ha incantato gli intervenuti con la spiegazione tramite ausilio di slide sulla   fibromialgia,  poi  ha invitato gli i presenti a partecipare ad un esercizio  pratico sulla comunicazione tra le persone cosa che ormai in società sta scomparendo .Gli esercizi avevano la funzione di ripristinare il dialogo anche attraverso il tatto e gli abbracci L’assemblea ha risposto con molta curiosità e si è prestata agli esercizi proposti. Tra questi un esercizio di cui la naturopata si serve quando lavora con le coppie. L’obiettivo che si proponeva il I Congresso sulla cura detta Protocollo del Dott. Antonio Di Carlo è stato raggiunto poiché si intendeva con l’iniziativa far conoscere un’opportunità di cura alternativa rispetto quelle tradizionali, utilizzando solo prodotti naturali come Curcuma, Ribes, Zenzero, Magnesio… L’interesse destato  porta alla deduzione che l’argomento necessita di approfondimenti. Non si esclude che in tempi non tanto lontani l’evento si possa ripetere.