Il segretario generale della Uil Carmelo Barbagallo in visita all’Hitachi di Reggio Calabria

Hitachi (6)“Questo stabilimento e’ un paradosso alla realta’ della Calabria“. Queste le parole del segretario generale della Uil, Carmelo Barbagallo, dopo avere effettuato una visita nello stabilimento di Reggio Calabria della Hitachi, un tempo sede delle Officine meccaniche calabresi di Finmeccanica. “Questi lavoratori – ha aggiunto Barbagallo – andrebbero premiati per la loro capacita’ di aver realizzato un’azienda d’eccellenza in questo territorio. Ho trovato un’azienda razionale e dotata di grandi capacita’ nel coinvolgimento dei lavoratori. C’e’ da risolvere il problema di 75 lavoratori interinali che sono preoccupati per la scadenza del loro contratto. E c’e', piu’ complessivamente, la necessita’ di rinnovare il contratto dei metalmeccanici, per i quali occorre privilegiare la ripresa del loro potere di acquisto. In questo senso, Federmeccanica deve smetterla di avere un atteggiamento ideologico”. “Ci sono tutte le condizioni – ha sostenuto ancora il segretario della Uil - per fare andare avanti questa azienda. Finmeccanica sbagliava a non utilizzare al meglio queste risorse umane e aveva un deficit strutturale. Questa nuova societa’, razionalizzando le risorse umane e le proprie capacita’ produttive, insieme a tutto quello che viene dalle commesse, ha fatto si’ che questo stabilimento tornasse a rappresentare un’eccellenza insieme a quelli di Napoli e di Pistoia“.