Cosenza: numerosi arresti per truffe, ricettazione e spaccio

Cosenza: numerosi arresti in carcere e ai domiciliari per detenzione e porto di armi clandestine, truffe, ricettazione, furto

carabinieri_autoI carabinieri hanno eseguito numerosi arresti in carcere e ai domiciliari, su disposizione della Procura di Castrovillari, a carico di soggetti accusati di costituire un’associazione a delinquere dedita a numerosi delitti come detenzione e porto di armi clandestine, acquisto, spendita e introduzione di banconote false, truffe, ricettazione, furto. E’ emerso anche un articolato contesto di spaccio di sostanze stupefacenti. Gli arresti sono stati eseguiti a Firmo, Lungro, Spezzano Albanese e Cetraro. Le indagini si sono concentrate sulla famiglia di Cosimo Donato, capo del gruppo delinquenziale attualmente in carcere con l’accusa di avere partecipato al triplice omicidio in cui perse la vita il piccolo Cocò, avvenuto a Cassano. Tra gli arrestati figura anche la moglie, la quale avrebbe assunto un ruolo di vertice facendo da tramite tra il marito e gli altri componenti del gruppo.