Controlli e perquisizioni nel reggino: 7 denunciati [DETTAGLI]

CarabinieriContinuano le attività di controllo del territorio disposte dal Gruppo di Locri attraverso le Compagnie di Locri, Bianco e Roccella Jonica, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Carabinieri di Vibo Valentia. Numerose pattuglie dell’Arma dei Carabinieri sono state impiegate in una mirata strategia operativa di aggressione ai sodalizi mafiosi, elaborata in sede di Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica, al fine di contrastare la recrudescenza della fenomenologia criminale. I Carabinieri hanno eseguito controlli e perquisizioni personali e domiciliari nei confronti di pregiudicati inseriti nelle locali cosche di ‘ndrangheta. Nello specifico, il consuntivo dell’attività svolta in punti nevralgici della locride in delicate fasce orarie oggetto dell’incremento degli episodi criminali anche secondo un attento monitoraggio georeferenziale, ha visto il controllo di 409 persone e di 213 veicoli, nonché l’effettuazione di diversi posti di blocco.

Durante i serrati controlli svolti, è emerso che:

- i Carabinieri della Stazione di Caulonia hanno denunciato un 63enne del posto per coltivazione di stupefacenti. Nel corso di una perquisizione domiciliare, in un terreno di sua proprietà prospiciente la propria abitazione sono state rinvenute alcune piante di canapa indica di 1,5 mt di altezza nonché dei tubi di polietilene utilizzati per la loro irrigazione. Il materiale e lo stupefacente rinvenuto, sono stati sottoposti a sequestro;

-  i Carabinieri della Stazione di Marina di Gioiosa Jonica hanno denunciato un 51enne del posto per furto di energia elettrica. Nel corso del controllo presso la sua attività commerciale, è stata accertata l’applicazione di un magnete elettrico sul contatore dell’Enel al fine di eludere i reali consumi di corrente;

-  i Carabinieri della Stazione di Siderno hanno denunciato tre persone di Siderno, rispettivamente di 77, 51 e 39anni per furto di energia elettrica. A seguito di un controllo effettuato presso le loro abitazioni, è stata accertata la manomissione del contatore dell’Enel al fine di eludere i reali consumi di corrente;

- i Carabinieri della Stazione di Careri hanno denunciato un 47enne di Benestare per furto di acqua. Nel corso di un controllo effettuato unitamente a personale dell’Ufficio Tecnico di quel Comune, è stata accertata la manomissione dell’impianto idrico della propria abitazione al fine di eludere i reali consumi di acqua;

- i Carabinieri della Stazione di Bovalino hanno denunciato un 59enne del posto per evasione. Lo stesso, attualmente sottoposto alla misura alternativa della detenzione domiciliare, è stato sorpreso fuori dalla propria abitazione senza nessuna autorizzazione.