Controlli e perquisizioni nel reggino: 1 arresto e 12 denunce

franco-politiContinuano i servizi di controllo straordinario del territorio disposti dal Gruppo Carabinieri di Locri finalizzati alla repressione dei reati in genere con particolare attenzione a quelli di natura predatoria, con il supporto dei colleghi dello Squadrone Eliportato Carabinieri e delle unità cinofile di Vibo Valentia. A tal proposito sono stati effettuati controlli e perquisizioni personali e domiciliari a tappeto nelle aree più “degradate” della giurisdizione in cui vi è una più alta percentuale di nomadi. Nello specifico, il consuntivo dell’attività svolta in punti nevralgici della locride in delicate fasce orarie oggetto dell’incremento degli episodi criminali anche secondo un attento monitoraggio georeferenziale, ha visto il controllo di 107 persone e di 59 veicoli, nonché l’effettuazione di diversi posti di blocco.

All’esito dei mirati servizi:

-        i Carabinieri della Stazione di Sant’Ilario dello Jonio hanno tratto in arresto POLITI Franco, 44enne pregiudicato del posto, in quanto destinatario di un ordine di esecuzione pena emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Reggio Calabria. Lo stesso è stato associato presso la Casa Circondariale di Locri dove dovrà scontare 3 anni e 8 mesi di reclusione poiché riconosciuto colpevole di detenzione illecita di ingenti quantitativi di stupefacenti;

-        i Carabinieri del N.O.RM. della Compagnia di Locri, hanno denunciato:

  • tre 20enni di Bovalino per ricettazione. Gli stessi, nel corso di una perquisizione veicolare sull’autovettura sulla quale viaggiavano, sono stati trovati in possesso di due taniche da 30 litri ciascuno contenenti del gasolio, di cui non sono stati in grado di giustificare la provenienza;
  • un 78enne residente a Genova per omessa custodia di armi. Lo stesso, nel corso di uno specifico controllo è stato sorpreso a detenere, in una pertinenza della sua abitazione, un fucile da caccia senza osservare le dovute cautele imposte dalla normativa vigente in materia di detenzione di armi;
  • un 40enne di Platì, per porto abusivo di armi od oggetti atti a offendere. Lo stesso, nel corso di una perquisizione personale è stato trovato in possesso di un coltello a serramanico della lunghezza complessiva di oltre 27 cm, che è stato sottoposto a sequestro;

-        i Carabinieri della Stazione di Siderno hanno denunciato un 29enne del posto per produzione e traffico illeciti di stupefacenti. Lo stesso, nel corso di una perquisizione personale è stato trovato in possesso diversi grammi di marijuana e hashish, che sono stati sottoposti a sequestro;

-        i Carabinieri della Stazione di Gioiosa Jonica hanno denunciato:

  • due 52enni, un 34enne, un 33enne, un 66enne e un 31enne commerciate, tutti del posto, per furto aggravato di energia elettrica. Nel corso di un controllo presso le loro abitazioni nonché presso l’esercizio commerciale del 31enne, è stato accertato l’allaccio abusivo alla rete elettrica mediante cavi elettrici comprensivi di morsetti ruba-corrente, che sono stati sottoposti a sequestro;
  • un 42enne pregiudicato del posto poiché sorpreso, per la seconda volta, alla guida dell’autovettura della moglie senza essere munito di patente di guida poiché revocata.