Consegnati i premi della terza edizione di “CAraLABRIA: Itinerario delle qualità e delle bellezze”

Tra i premiati il Procuratore Nicola Gratteri, il comandante regionale del Corpo forestale dello Stato Costantini e tanti imprenditori e professionisti di una Calabria sana e onesta

blandi-gaglianone-gratteri-groccia-falcone-e-cogliati-dezza-durante-la-premiazione-di-gratteriSi è tenuta nella splendida cornice di Piazza San Biagio a Diamante, nell’ambito del “Festival del peperoncino”, la cerimonia di conferimento del “Premio CAraLABRIA - Itinerario delle qualità e delle bellezze” di Legambiente Calabria, giunto alla terza edizione.

Il Premio rappresenta un viaggio ideale tra luoghi, culture, paesaggi e storie del nostro territorio per parlare di una Calabria positiva, della bellezza e delle risorse ambientali, paesaggistiche e umane disseminate nella nostra regione. Tra i premiati, il Procuratore della Repubblica di Catanzaro Nicola Gratteri ed il comandante regionale del Corpo forestale dello Stato Giampiero Costantini e tanti imprenditori e professionisti di una Calabria sana e onesta tra i quali: il prof. Giuseppe Strangi; il prof. Francesco Santopolo; la giornalista Carla Monaco del TGR Calabria; Coldiretti Calabria; la Fondazione Trame; la Goel – Gruppo Cooperativo; il Parco del Pollino; l’Associazione CAMMINA SILA; i Comuni di San Lorenzo Bellizzi, Marina di Gioiosa Jonica e Palizzi; la Ungaro Srl ed il Minerva Club Resort.

il-premio-al-comandante-del-corpo-forestale-dello-stato-costantini-e-stato-consegnato-dallamministratore-nazionale-nunzio-cirino-grocciaCon il conferimento del Premio ai protagonisti di questa edizione – ha spiegato il Presidente regionale di Legambiente Francesco Falcone la nostra Associazione vuole raccontare, attraverso storie personali o esperienze positive di comunità ed associazioni, di una Calabria bella di cui vogliamo che si parli, che si affermi e che prevalga sulle illegalità, sugli scempi, sulla mala politica e sulla devastazione ambientale. CAraLABRIA è una rinnovata dichiarazione d’amore per la nostra terra, fatta con lo stesso sentimento con cui, giornalmente, denunciamo le cose che non vanno; un’orgogliosa rivendicazione d’appartenenza, ma anche l’affermazione di fiducia nelle proprie potenzialità. E’ una sfida che attinge forza dalle comunità e dai territori, contro devastazioni e rassegnazioni. Per costruire l’economia della bellezza e della solidarietà”.

Il Premio è stato dedicato anche quest’anno al maestro Vittorio De Seta, sceneggiatore e documentarista ambientale con un profondo legame con la Calabria, regione che ha esplorato nel documentario “In Calabria”del 1993. Nell’occasione, infatti, è stato presentato il libro di Franco Blandi “Vittorio De Seta. Il poeta della verità” alla presenza, tra gli altri, di Vittorio Cogliati Dezza della segreteria nazionale di Legambiente (Presidente nazionale uscente) insieme allAmministratore nazionale Nunzio Cirino Groccia, al componente della segreteria regionale Carlo Gaglianone e del comitato scientifico Aldo Perrotta. 

Presente anche il presidente dell’Accademia italiana del peperoncino Enzo Monaco che ha voluto sposare il Premio, annunciando di voler ospitare, all’interno del “Festival del Peperoncino”, la cerimonia di conferimento anche per le prossime edizioni. 

TUTTI I PREMIATI E LE RELATIVE MOTIVAZIONI: 

Al Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri per l’impegno nell’affermazione della legalità e nel contrasto alla ‘ndrangheta ed alle ecomafie e per la promozione della “cultura della legalità” nelle giovani generazioni e nelle scuole;

Al Comando regionale del Corpo forestale dello Stato, guidato dal comandante Giampiero Costantini per l’impegno nel contrasto e repressione dei reati ambientali (discariche abusive, depuratori, contraffazione alimentare);

Al professore Ordinario di fisica presso la C”ase Western Reserve” di Cleveland, Stati Uniti, Giuseppe Strangi per aver guidato un team di ricerca internazionale al fine di sviluppare una tecnologia avanzata per la ricerca sui tumori: un sensore capace di rilevare il cancro ad uno stadio iniziale, un milione di volte più efficace delle tecnologie al momento disponibili;

Al Presidente della Coldiretti Calabria, Pietro Molinaro per l’impegno nella difesa dell’ambiente e dell’agricoltura made in Calabria, e per la valorizzazione dei territori rurali, dei prodotti agricoli e zootecnici di qualità;

Al Sindaco di San Lorenzo Bellizzi, Antonio Cersosimo, per aver puntato sulle fonti energetiche rinnovabili, sul risparmio energetico e su politiche locali a favore dell’ambiente, per aver garantito vantaggi economici per i cittadini e risparmi per le casse pubbliche;

Al Sindaco di Marina di Gioiosa Jonica, Domenico Vestito, per aver avviato, con altri comuni dell’area reggina, un accordo con il CONAI per far decollare in questa provincia la raccolta differenziata;

al Sindaco di Palizzi, Arturo Walter Scerbo, Comune capofila del progetto Life Caretta Calabria per la tutela della tartaruga marina Caretta Caretta che interessa la Costa dei Gelsomini e che rappresenta la più importante area di nidificazione della specie in Italia e nel bacino del Mediterraneo;

al prof. Francesco Santopolo per essersi occupato di difesa biologica delle piante e di formazione nelle scuole, dove insegna ai bambini come prendersi cura della natura. Ed ancora, per aver messo in pratica la difesa biologica e l’uso di antagonisti viventi nel controllo dei potenziali fitofagi, metodi soft e senza impiego di molecole chimiche;

Alla giornalista Carla Monaco di RAI 3 Calabria per saper raccontare la bellezza attraverso l’arte e la cultura regionale;

Al Presidente del Parco Nazionale del Pollino, Domenico Pappaterra, per le misure di conservazione messe in atto attraverso il progetto Life Wolfnet per la tutela del lupo appenninico (Canis lupus italicus), specie ancora a rischio di estinzione a causa di bracconaggio e persecuzione, e simbolo della biobiversità delle aree protette dell’Appennino;

Alla Ungaro S.r.l., Antonio Ungaro, per l’attenzione all’ambiente nell’utilizzo del miglior combustibile rinnovabile qual è il pellet per il riscaldamento residenziale, ma anche l’approvvigionamento razionale di ogni singola risorsa e per la costante innovazione nei prodotti mirata ad una maggiore efficienza energetica ed all’abbattimento degli inquinanti prodotti nella combustione;

Alla GOEL – Gruppo Cooperativo Vincenzo Linarello  per l’impegno e la sfida nella costruzione del cambiamento nella Locride e nella Calabria per l’affermazione piena della libertà, della democrazia, della giustizia sociale ed economica, del rispetto dei diritti delle persone e delle fasce sociali più deboli e marginali, del bene comune delle comunità locali e dei territori. Attività, che sono spesso contrastate dalla ndrangheta. Ma dove la ‘ndrangheta abbatte gli alberi, GOEL li ripianta!

Alla Fondazione TRAME per il suo impegno nella diffusione della cultura della legalità, la voglia di denuncia e di risveglio delle coscienze contro le mafie, la voce di un’Italia che non vuole stare in silenzio;

All’Associazione “Cammina Sila” Antonello Martino, per l’impegno a diffondere l’ecoturismo sull’altopiano Silano, e per aver saputo organizzare una offerta turistica basata sulle attività outdoor capace di valorizzare il paesaggio, i territori e le tipicità della Calabria;

Al Minerva Club Resort, Luigi Sauve, per aver sposato la filosofia della sostenibilità ed i principi di Legambiente Turismo nelle sue strutture ricettive.