Caltanissetta: i parrucchieri di Tricologica aspettano la nuova Miss Italia

Lo staff di Tricologica di Caltanissetta fremono per scoprire la nuova Miss Italia

corona-missitaliaAspettano la nuova Miss Italia i parrucchieri dello staff di Tricologica, non solo per un fatto di curiosità, ma soprattutto perché la vincitrice del titolo sarà ospite in una giornata-evento organizzata nel salone di alcuni di loro. Tra i 45 parrucchieri dello staff Tricologica che avrà questa opportunità c’è Romualdo Acquaviva, di Caltanissetta.Porterò la nuova Miss Italia in Sicilia, insieme a tutte le altre ragazze della nostra regione che quest’anno sono arrivate fino alle Prefinali nazionali a Jesolo - spiega - sarà un grande evento, che coinvolgerà anche tutti i sindaci dei comuni della provincia”. Il parrucchiere nisseno è particolarmente apprezzato tra le ragazze di Miss Italia, da cui è riconosciuto come “il re dei ricci”. “Amo molto il capello mosso, riccio e negli anni mi sono specializzato nella sua cura. I prodotti Tricologica sono ideali per l’idratazione e alla definizione che conferiscono a questo tipo di capello e al suo volume - dice Romualdo - con la giusta tecnica, bastano poche mosse per valorizzare anche le chiome più ribelli: non uso mai il rasoio o la lametta per il taglio, ma sempre e solo forbici”. Romualdo, che fa questo lavoro da quando era piccolo, ha pensato di abbandonare la sua professione in seguito ad un brutto episodio: l’hairstylist nisseno è infatti uno dei sopravvissuti al disastro della Costa Concordia, la nave da crociera naufragata all’isola de Giglio la notte del 13 gennaio 2012, causando la morte di 32 persone. “Mi trovavo a bordo della Costa Concordia la maledetta sera del naufragio. Ero lì per lavoro, fui l’ultima persona a salire sulla scialuppa di salvataggio. Questo triste episodio mi ha provocato un forte shock: per due anni non sono più riuscito a lavorare – racconta -. Mi sono ripreso grazie a mio figlio che, esprimendomi il desiderio di seguire le mie orme, mi ha ridato la forza di ricominciare”.

miss italia logoViene dalla Sicilia anche Loretta Ralli, responsabile di un salone a Santa Teresa di Riva (ME), per la prima volta a Jesolo con Tricologica. Anche Loretta ospiterà la nuova Miss per un giorno nel suo negozio, in cui organizzerà un evento che coinvolgerà anche il Comune. Anche Loretta, come il collega Romualdo, è protagonista di una curiosità che riguarda una Miss in gara. “Clara Muscherà, Miss Eleganza Joseph Ribkoff Sicilia Ovest, è una mia affezionata cliente. Ha chiesto a me un consiglio sulla sua partecipazione al Concorso: io le ho detto di iscriversi immediatamente”, racconta. Loretta indossa con disinvoltura un taglio corto e sbarazzino, che ricorda quello della Miss in carica Alice Sabatini. Nonostante faccia tendenza, però, nessuna finalista ha deciso di “darci un taglio”. Perché? “Il capello corto, ovvero l’atto del tagliare, presuppone una personalità definita e di carattere. Significa rinunciare, fare a meno di qualcosa che ci infonde sicurezza – spiega Loretta - le ragazze in gara sono molto giovani, probabilmente si sentono rassicurate, come molte donne, da una chioma fluente, che rimanda ad un’idea di bellezza più tradizionaleSono felice dell’introduzione delle curvy quest’anno: la bellezza non è questione di centimetri, ma di proporzione e di armonia -. La Miss Italia che incarna la mia idea di bellezza è Anna Valle, che non ha mai mostrato troppo di sé per fare successo”, conclude l’hairstylist siciliana.