Assemblea regionale di What Women Want convocata a Reggio Calabria per il primo ottobre

maria_stella_ciarletta_Primo importante bilancio dell’associazione regionale “What Women Want_La Calabria vista dalle donne”, il prossimo primo ottobre nella sala Giuditta Levato di Palazzo Campanella. A due anni della sua istituzione l’associazione – che nella regione conta circa 1500 followers – giunge all’appuntamento di rinnovo delle cariche con un buon bagaglio di elaborazione, esperienze, risultati e nuovi progetti. A cominciare dal percorso di ascolto e confronto avviato nel 2015 dall’associazione nei cantieri per la legalità – che ha fatto tappa a Siderno, Catanzaro e Pizzo – con le sindache, assessore e donne elette nelle varie amministrazioni della regione sulle opportunità e difficoltà come rappresentanza di genere, nonché, su tutte, la questione della sicurezza che sappiamo essere nelle nostre comunità, e particolarmente in alcune aree della regione, questione all’ordine del giorno. La scelta, infatti, di svolgere l’assemblea del 1° ottobre nella città di Reggio Calabria è stata assunta dal direttivo all’indomani dell’attentato, nello scorso mese di luglio, all’assessora comunale Angela Marcianò, per testimoniare la solidarietà e la vicinanza dell’associazione alla componente della Giunta Falcomatà colpita, con una manifestazione concreta che nella proposta politica e progettuale trova la sua risposta più forte e adeguata. Un’assemblea importante, dunque questa del prossimo 1° ottobre, che struttura la sua discussione intorno ai due grandi temi su cui le socie Www si sono impegnate nel corso di questi primi due anni di vita: l’affermazione concreta del principio delle pari opportunità nelle guida delle amministrazioni, in politica, nelle professioni, nel lavoro, in primis, e strettamente correlate le politiche di contraste alla violenza di genere. Due temi su cui, fin qui, l’associazione si è particolarmente spesa con azioni concrete e risultati misurabili. Due sessioni di lavoro, dunque, per fare il punto sia su quanto di innovativo, equo e utile le scelte e le energie dell’associazione è riuscita a proporre e a produrre nei vari ambiti, sia sugli elementi di criticità e gli ostacoli ancora da rimuovere, nonché infine la direzione e le strategie del prossimo biennio. L’intenzione è di continuare il lavoro avviato, valorizzando il posizionamento acquisito all’interno delle dinamiche istituzionali con gli importanti riconoscimenti ad esempio al tavolo dell’introduzione del bilancio regionale di genere, alla convocazione del tavolo regionale sul piano contro la violenza di genere; valorizzando gli importanti successi elettorali delle candidate Www nelle ultime amministrative, che vanno oltre le tante rappresentanti elette e riguarda la qualità delle proposte di politiche di buon vivere urbane portate avanti e l’impegno a sostenerne la realizzazione. Dopo i saluti del sindaco della città, Giuseppe Falcomatà, e del presidente del Consiglio Regionale, Nicola Irto, la relazione introduttiva della delegata e consigliera di parità Maria Stella Ciarletta; il dibattito proseguirà con i 2 focus coordinati dalle socie Loredana Lo Faro e  Antonella Veltri.  Sono previsti interventi programmati di amministratrici locali, socie e professioniste che vogliono portare la propria esperienza in seno alla associazione. Le conclusioni del dibattito sono affidate alla delegata Bianca Rende che porterà a sintesi i contributi emersi e lancerà all’assemblea le proposte operative per il futuro. A termine dei lavori si procederà al rinnovo delle cariche, come prescritto dallo Statuto.