Assegnato a ReCoSol un bene confiscato alla mafia situato a Gioiosa Jonica

bene confiscatoLa Rete dei Comuni Solidali comunica di aver ottenuto da parte del Comune di Gioiosa Jonica l’assegnazione di un bene confiscato alla ‘ndrangheta. L’assegnazione ha avuto una procedura di evidenza pubblica, con un bando aperto alla partecipazione di tutti i soggetti del sociale privato interessati. Il bene confiscato è situato a Gioiosa Jonica in Viale delle Rimembranze. Il progetto di ReCoSol prevede attività di accoglienza e integrazione migranti, sulla traccia del buon lavoro già svolto come Ente Gestore del Progetto SPRAR di Gioiosa Jonica. ReCoSol stesso investirà delle economie nella riqualificazione dell’immobile e procederà, quando verrà ufficializzata l’assegnazione, in tempi brevi all’avvio delle attività progettuali previste. ReCoSol ringrazia il Comune di Gioiosa Jonica per l’attenzione dimostrata verso le organizzazioni sociali presenti sul territorio, anche per il tramite di una scelta politica così significativa come quella dell’assegnazione per bando pubblico dei beni confiscati alla mafia.