Altro successo per il damista reggino Vincenzo Sgrò

vincenzo-sgroDal 29 Agosto al 04 Settembre, a Zoppola (PN), si è svolto il 52° Campionato Italiano di Dama Internazionale. 32 i giocatori partecipanti, suddivisi in quattro gruppi di gioco in base alla classifica nazionale del punteggio Elo -Rubele (valore che quantifica il ranking damistico in base ai risultati ottenuti nelle pregresse gare). Il pluricampione italiano giovanile Vincenzo Sgrò, damista reggino affiliato all’ ASD Circolo Damistico Nuovi Orizzonti, ha partecipato alla gara nel II Gruppo di gioco, affrontando la sua prima esperienza ai Campionati individuali senza limiti di età. Il II gruppo vede ai nastri di partenza 7 giocatori :  1 Maestro, 2 Candidati Maestri e 4 Nazionali che giocheranno tutti contro tutti secondo il sistema di accoppiamento italiano o round-robin. I favoriti alla vittoria finale di questo gruppo sono: il campione italiano uscente 2015, il Candidato Maestro Marco Capaccioli da Firenze e il Maestro triestino Daniele Redivo. Nel 1° Turno Vincenzo Sgrò incontra proprio un candidato alla vittoria finale: il CM Marco Capaccioli di Firenze. Dopo ore di giorco, il risultato è una vittoria da parte di Sgrò che capisce sin da subito il suo ruolo nel campionato, possibile outsider e non semplice comparsa. Il 2° Turno di gioco vede il nostro damista contrapporsi all’esperto Nazionale Sergio Pastrovicchio di Trieste, col risultato finale di parità. Nel 3° Turno di gioco Vincenzo batte abilmente il Nazionale Matteo Santarossa, damista locale di Zoppola, e si lancia nei piani alti della classifica. Nel 4° Turno il reggino vince ancora e lo fa contro il temibile Nazionale Francesco Militello di Novara. A questo punto il Campionato entra nella fase più avvincente per decretare il vincitore, infatti, a tre turni dal termine, la classifca recita: Vincenzo Sgrò 7 punti in 4 partite, Damiano Leonardi 6 punti in 3 partite e Daniele Redivo 5 punti in 3 partite; avversari questi che hanno una gara in meno ma che il reggino dovrà affrontare. Nel 5° Turno scontro al vertice contro il forte Maestro triestino Daniele Redivo, che cerca la vittoria contro il nostro damista per lanciare lo sprint finale alla volata per il tricolore. Vincenzo soffre l’esperienza e la forza del triestino, ma con un colpo di genio nel prefinale, riesce a divincolarsi dalla pressione delle pedine dell’avversario e trova una pari brillante nonostante una posizione, damisticamente parlando, alquanto precaria. La volata a tre vede invariate le distanze di punteggio della classifica, in quanto, in questo turno, tutti e tre i contendenti hanno pareggiato. Il 6° Turno di gioco vede il riposo del reggino; occhi puntati al match dei suoi inseguitori Leonardi-Redivo; la partita finisce in pareggio.

Ad un turno dalla fine, la classifica con ugual numvincenzoero di partite giocate è la seguente: Sgrò 8,29 , Leonardi 8,28 punti e Redivo a 7,29 punti. (I numeri decimali dei punteggi in classifica indicano il quoziente che non è nient’altro che il livello di difficoltà dei giocatori incontrati a seconda del risultato raggiunto contro questi ultimi). Ultimo turno di fuoco del II Gruppo del 52°Campionato Italiano di Dama Internazionale per decretare il campione:

Sgrò-Leonardi e attenzione particolare anche al match di media classifica Militello-Pastrovicchio, importante ai fini dell’assegnazione del titolo. L’esito di questo match, infatti, varia il punteggio del quoziente per cui non è possibile stabilire con certezza se la pari al nostro Vincenzo può bastare per l’assegnazione del titolo italiano. Potrebbe bastare una pari contro Leonardi se e solo se il match Militello-Pastrovicchio non finisca con una vittoria di quest’ultimo. Non fidandosi di far scegliere a vicende altrui il proprio destino, Vincenzo Sgrò, decide di essere egli stesso fautore del proprio piazzamento finale, giocandosi l’ultima partita al meglio delle proprie capacità e non attendendo l’esito dell’altro incontro sopramenzionato. Purtroppo l’abilità e la freddezza del trentino Damiano Leonardi ha la meglio sul giovane damista reggino il quale, così facendo, viene superato dai due inseguitori. Riesce comunque a raggiungere un ottimo risultato per la sua prima esperienza a questi campionati: il podio. Sicuri che questa ultima partita sia stata notevolmente influenzata dalle forti emozioni provate, facciamo i complimenti al nostro giovanissimo damista sia per le ottime prestazioni effettuate in questo campionato, che per la sportività dimostrata nell’accettare una sconfitta fatale, complimentandosi e stringendo la mano del suo avversario. Convenevoli fatti anche da molte personalità e giocatori appartenenti al mondo della Federazione Italiana Dama cui vanno i nostri elogi per l’impeccabile organizzazione dei Campionati Italiani di Dama Internazionale 2016. Di seguito i podi degli altri gruppi di gioco:

GRUPPO ASSOLUTO II GRUPPO III GRUPPO IV GRUPPO
1°Alessio Scaggiante 12 1° Damiano Leonardi 10 1°Mariano Dall’Asta 8 1°Matteo Fortunato 11
1°Michele Borghetti 12 2° Daniele Redivo 9 2°Renzo Rubele 7 2°Luca Maria Del Bono 9
3°Daniele Macali 11 3° Vincenzo Sgrò 8 2°Marino Sibelia 7 3°Mattia Pitzalis 9