Abusi sessuali, la Fiom-Cgil aderisce alla fiaccolata di Melito Porto Salvo

fotofiomLa Fiom-Cgil Calabria aderisce “alla fiaccolata di Venerdì 9 Settembre 2016 a Melito Porto Salvo (Rc) organizzata da Libera e da altre Associazioni del territorio. Quanto accaduto in questo paese della Calabria, con un branco di balordi all’ombra della ndrangheta che hanno approfittato per anni di una giovane ragazzina è un orrore che necessita la mobilitazione della società civile. La ‘ndrangheta, così come ogni mafia, scopre ancora una volta il suo vero aspetto fatto di violenza, soprusi, e degrado sociale. I calabresi liberi e onesti non possono e non vogliono più essere sudditi medievali di signorotti mafiosi di paese, vessati e vittime di ogni torto e angheria, sottoposti a controllo sociale in ogni aspetto delle loro vite. La legalità e i diritti delle persone sono valori primari della nostra azione sindacale e sociale di impegno nel territorio, ed è per tale motivo che l’Esecutivo della Fiom-Cgil della Calabria aderisce con convinzione a questa iniziativa, nella speranza che sempre più lavoratori e cittadini calabresi decidano di contribuire a rompere questa catena di soffocamento che la mafia continuamente cerca di rafforzare e mettere al collo delle comunità presenti nella nostra meravigliosa Regione”.