A Platì (Rc) sopralluogo sull’asta principale del fiume “Ciancio”

foto platì 03.16In data odierna il Sindaco Dott. Rosario Sergi, unitamente al Dirigente  Della Protezione Civile Dott. Carlo Tanzi, al Comando Stazione Carabinieri di Platì, ai rappresentanti dei Consorzi di Bonifica Alto Jonio Reggino, presieduto da Arturo Costa, rappresentato dal Geom. Domenico Zito, dall’ Ing. Adriana Siciliano, dal Perito Agrario Armando Lucano, presente anche il funzionario incaricato dall’ Amministrazione Provinciale di Reggio Calabria Ing. Rocco Cagliostro oltre allo staff tecnico del Comune, ha effettuato un sopralluogo sull’asta principale del fiume “Ciancio”, al fine di verificare l’attuale situazione e predisporre ogni azione necessaria per fronteggiare eventuali criticità che potrebbero riaffiorare con l’inizio della stagione delle piogge.

L’Amministrazione comunale, memore delle diciotto vittime provocate dallo straripamento del fiume Ciancio nel 1951,  e consapevole della pericolosità che investe il territorio del Comune di Platì, intende istituire un tavolo di lavoro al quale siederanno gli illustri rappresentanti che hanno partecipato al primo sopralluogo ricognitivo, ognuno per le proprie competenze e responsabilità, e dal quale dovrà concretizzarsi progettazione d’emergenza necessaria  nelle more della definizione della procedura di approvazione del progetto presentato al Ministero competente, il Sindaco e l’Amministrazione tutta auspicano che il forte senso di responsabilità che è emersa fra tutti i partecipanti a margine dell’incontro, possa trasformarsi in atti operativi e sostanziali al fine di prevenire ogni pericolo per la popolazione platiese mettendola al riparo di un fiume, che attraversa l’abitato, il cui corso d’acqua negli anni è stato lasciato in preda all’abbandono assoluto ed all’incuria generale.