Terremoto nel Centro Italia: lanciata iniziativa di solidarietà da parte del Sindaco di Villa San Giovanni

LaPresse/Vincenzo Livieri

LaPresse/Vincenzo Livieri

“Le scene strazianti delle persone colpite dal terremoto mi portano ad esprimere la solidarietà e la vicinanza a tutti coloro che in questo momento stanno soffrendo a causa dell’evento sismico che ha distrutto le proprie vite, ha portato via in pochi interminabili secondi i propri affetti familiari, oltre naturalmente ai propri beni materiali. Da Sindaco della Città di Villa San Giovanni, a nome dell’Amministrazione Comunale e dell’intera cittadinanza, esprimo massima solidarietà, affetto e vicinanza a tutte le popolazioni colpite da questo tragico evento sismico che ha, nel cuore della notte, distrutto tanti sogni, tante speranze, ma soprattutto tante vite umane. Poiché la solidarietà seppur utile non è comunque da sola sufficiente alla risoluzione delle problematiche che le diverse famiglie avranno nel riprendere la vita quotidiana, semmai potranno tornare alla c.d. normalità, ritengo opportuno proporre l’avvio di una raccolta fondi su tutto il territorio comunale in favore delle famiglie terremotate. Anche un piccolo gesto di solidarietà e di vicinanza, con una modesta offerta (il costo di un caffè) potrebbe, nella moltitudine delle contribuzioni di ognuno di Noi, amministrazione in primis, rappresentare un segno tangibile di vicinanza per un modesto contributo nella concreta ricostruzione del territorio o in favore di una o più famiglie che, in quei pochi ed interminabili secondi, hanno perso ogni speranza del proprio futuro. Tutto ciò in ricordo della nostra storia e di quanto anche Noi abbiamo subito negli anni, a causa di diversi eventi sismici, ancor più gravi di quello che in queste ore ha colpito il centro Italia, e nella consapevolezza che l’immensa solidarietà di tanti enti, volontari, singoli cittadini di altre parti d’Italia ha consentito in quegli anni la ricostruzione morale e materiale delle nostre Città. Ricambiamo questo gesto di solidarietà, anche se a tanti anni di distanza. Nei prossimi giorni daremo seguito a questa proposta, definendo concretamente le modalità per dare la possibilità ad ognuno di Noi di offrire il proprio contributo. Per ora vi chiedo solo di “darmi” un cenno di consenso rispetto a questa iniziativa, nei modi tipici del linguaggio dei social”. E’ quanto afferma in una nota il sindaco Antonio Messina.