Terremoto nel Centro Italia: in Calabria al via la raccolta di beni di prima necessità

Sisma (2)Sarà avviata domani e proseguirà sino a domenica 28, una raccolta di beni di prima necessità per le zone colpite dal terremoto del Centro Italia. Nelle ore successive al sisma, in Calabria, sono state molte le iniziative di cittadini, associazioni e partiti politici che hanno mostrato un gran senso di solidarietà, in favore proprio delle popolazioni di Marche e Lazio colpite dalla calamità. Per questo viene chiesto un aiuto tangibile, per raccogliere a favore dei terremotati i beni necessari al primo sostentamento, beni come:

-Cibi a lunga conservazione  (sale, zucchero, tonno, fagioli, carne in scatola, latte, biscotti, fette biscottate, pasta, marmellata, caffe, ecc.)
-Prodotti per l’igiene personale (carta igienica, sapone, assorbenti, tovaglioli, shampoo, bagnoschiuma, accappatoi, asciugamani, dentifrici, spazzolini, ecc.)
-Prodotti per i piccoli (pannolini, biscotti, vestitini, ecc.)

Presso  via Cancello Rosso 84 da domani, venerdì  26, dalle 10:00 alle 13:00.
Sabato 27, dalle 17:00 alle 19:30 a domenica 28, dalle 10:00 alle 13:00

(Seguiranno poi nuove date e nuovi orari).

L’associazione ViboInsieme, l’intero coordinamento provinciale de Il Coraggio Di cambiare L’Italia, ASI  PROVINCIALE- Associazioni Sportive e Sociali Italiane,  il coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia, su iniziativa del promotore Anthony Lo Bianco, hanno deciso di aderire immediatamente alla raccolta beni di prima necessità. Chiesto quindi un ampio sostegno, da parte di tutti cittadini, delle molte associazioni presenti sul territorio  e dei vari partiti politici per poter aiutare le popolazioni colpite dal sisma.