Terremoto Centro Italia: il comune di Rosarno ha predisposto una raccolta di beni di prima necessità

LaPresse/Manuel Romano/NurPhoto

LaPresse/Manuel Romano/NurPhoto

Il comune di Rosarno, guidato dal sindaco Giuseppe Idà, ha predisposto una raccolta di beni di prima necessità in favore delle popolazioni vittime del tragico terremoto che ha colpito il centro Italia. Tutti i cittadini potranno aiutare concretamente portando in Municipio, dove è stato predisposto un punto di raccolta da parte del sindaco,di concerto con l’assessore alle Politiche Sociali Damiano Sorace, cibi a lunga conservazione (quali ad esempio zucchero, sale, tonno, fagioli, carne in scatola, latte, biscotti, fette biscottate, pasta, caffè, marmellata ecc.), prodotti medici quali garze e disinfettanti, prodotti per l’igiene (carta igienica, sapone, tovaglioli, shampoo, bagnoschiuma, asciugamani, accappatoi, dentifrici e spazzolini), vestiti e coperte in buone condizioni. L’amministrazione comunale invita tutti i cittadini a contribuire, anche con un piccolo gesto, ad alleviare le sofferenze di chi ha perso quasi tutti “Dimostriamo ancora una volta lo spirito di solidarietà che alberga nel cuore di ogni rosarnese”.Un altro punto di raccolta è stato istituito a Rosarno anche dall’Associazione Nasi Rossi presso la sede in via Umberto dalle ore 10 alle ore 11 e dalle 18 alle 20 nei giorni 25/26/27 agosto