Terme di Antonimina Locri: espressa preoccupazione dal presidente di Federterme

antonimina_0“Forte preoccupazione” per la situazione delle Terme di Antonimina Locri è stata espressa in questi giorni dal Presidente di Federterme/Confindustria dott. Costanzo Jannotti Pecci, in merito alla notizia dell’apertura notevolmente ritardata delle terme, peraltro anche oggetto, nei giorni scorsi, di un’interrogazione parlamentare. “Si è trattato di un segnale certamente non positivo” – ha proseguito il Presidente di Federterme – “che deve indurre in tutti gli interlocutori coinvolti, e nelle amministrazioni comunali in primis, una seria riflessione finalizzata all’individuazione di soluzioni possibili e sostenibili nel breve termine”. “Vogliamo evitare che si ripetano situazioni già vissute in altre realtà altrettanto importanti, che hanno portato alla chiusura di aziende termali di importanza storica ed indiscussa rilevanza sul piano economico-imprenditoriale, al pari delle Terme di Antonimina Locri, con esiti devastanti per le economie locali”. “Come Associazione rappresentativa delle imprese del settore” – ha concluso Jannotti Pecci -  “seguiamo da tempo con attenzione l’evolversi della situazione delle aziende termali in mano pubblica, che stanno vivendo momenti difficilissimi, convinti che l’unica soluzione realmente praticabile possa essere quella di percorsi di ‘privatizzazione su misura’, non destabilizzanti ed attenti agli equilibri socio-economici dei singoli territori.”.