Senato, Finocchiaro: “l’audizione di Romeo fu chiesta da un gruppo parlamentare”

Paolo RomeoL’audizione di Paolo Romeo, indagato insieme ad Antonio Caridi (Gal) per l’inchiesta reggina sulla ‘ndrangheta, venne richiesta in commissione Affari Costituzionali di Palazzo Madama da “un gruppo del Senato”. A raccontarlo, in Aula, e’ la presidente della commissione Anna Finocchiaro (Pd) subito dopo il si’ all’arresto di Caridi. E, secondo quanto si apprende da fonti della maggioranza, il gruppo in questione sarebbe stato quello di Ncd, tramite il senatore Giuseppe Esposito. “Piu’ volte, nel corso della discussione odierna e anche sui giornali, circa una settimana addietro, si e’ dato rilievo, spesso con parole capziose, ambigue e insinuanti, al fatto che Paolo Romeo, implicato e indagato nel corso dell’indagine di cui abbiamo parlato anche oggi in occasione dell’autorizzazione a procedere che abbiamo votato, sia stato audito dalla Commissione Affari Costituzionali nell’ambito di una serie di audizioni che l’ufficio di Presidenza della Commissione ha tenuto esaminando i disegni di legge in materia di Province e Citta’ metropolitane”. Ebbene, aggiunge, “voglio subito chiarire, in particolare con riferimento agli interventi del senatore Molinari e del senatore Giovanardi, che non e’ stato Paolo Romeo a chiedere di essere audito”, ma “e’ venuta da un Gruppo parlamentare rappresentato in Commissione”.