Scuola: l’assessore Rizzo ha incontrato una delegazione di docenti della provincia di Crotone

scuolaNei giorni scorsi l’Assessore Regionale all’Ambiente Antonella Rizzo ha incontrato una delegazione di docenti  delle discipline giuridiche-economiche (classe di concorso 046 ex A019)   della provincia di Crotone. Nel corso dell’incontro il prof. Romano Pesavento, Presidente del coordinamento nazionale docenti della disciplina dei  Diritti Umani, ha evidenziato come le province di Crotone e Vibo Valentia risultino tra le più penalizzate in seguito agli esiti della mobilità nella scuola secondaria di 2° grado. In particolare, per la provincia di Crotone si registrano soltanto tre casi di mobilità. Tale dato è, naturalmente, fortemente demoralizzante e rappresenta un grave danno per i docenti crotonesi e le loro famiglie. L’Assessore Rizzo, al fine di agevolare una immediata soluzione alla problematica evidenziata dai docenti, ha contattato l’Assessore Regionale alle Politiche Sociali, Lavoro e Pubblica Istruzione Federica Roccisano la quale, pur essendo momentaneamente  fuorisede, ha prontamente convocato una riunione per lunedì p.v. alle ore 15.00 con il Direttore Generale dell’U.S.R. L’intento della riunione sarà tra l’altro quello di trovare, almeno per il momento, una soluzione tampone attraverso l’assegnazione provvisoria di tali docenti nelle scuole medie della nostra regione e, in particolare, della provincia di Crotone, così come già verificatosi lo scorso anno. Tutto ciò  in attesa di conoscere il piano di rientro annunciato dalla  Ministra Giannini, affinché si tenga in giusta considerazione la forte criticità del caso citato. L’Assessore Rizzo, inoltre, vuole ricordare al Sottosegretario del Miur, Davide Faraone, quanto annunciato presso la Sala Margherita di Crotone, giorno 1 giugno allorché affermava che, il piano straordinario di assunzione previsto dalla legge 107/2015 prevede, in molte province, tra cui Crotone, nell’organico di potenziamento, l’utilizzo, come  titolarità provvisoria,  dei docenti della classe ex AO19, anche per  gli istituti secondari di 1° grado. Tutto ciò in linea con quanto previsto dalla raccomandazione Lavagna allegata alla “Buona Scuola” e con quanto sottolineato dall’assessore Federica Roccisano in sede di conferenza delle Regioni svoltasi nella prima settimana di agosto. In tale sede l’assessore Roccisano ha chiesto di fare chiarezza  su alcune indiscrezioni secondo le quali la classe di concorso A0 19 avrebbe potuto subire l’esclusione dall’organico delle scuole medie al contrario di quanto affermato dallo stesso sottosegretario faraone. La stessa Roccisano infatti ha avuto modo di puntualizzare che se si dovesse verificare una eventualità del genere tutto ciò aggraverebbe, soprattutto nella nostra regione, situazioni socio-culturali già assai precarie che potrebbero, al contrario normalizzarsi grazie ad interventi promossi nell’area della legalità proprio dai docenti della classe A019. Il Presidente Oliverio, informato dalle due Assessore in merito alla situazione, ha immediatamente condiviso la necessità dell’incontro urgente con il Direttore generale U.S.R. Calabria, Diego Bouchè,  per risolvere la criticità palesatasi, riservandosi un diretto intervento al Miur e con l Ministra Giannini.