Rosarno (Rc), il sindaco: “non si può tollerare ancora che il nostro mare venga inquinato”

mare inquinato“Non si può tollerare ancora che il nostro mare venga inquinato, occorre che gli enti preposti pongano in essere tutte le azioni possibili a difesa delle acque antistanti San Ferdinando e Rosarno”. Lo affermano il sindaco di Rosarno Giuseppe Idà e il capo gruppo di Cambiamo Rosarno Pasquale Papaianni. I due amministratori rosarnesi si sono recati questa mattina al sit-in che i cittadini di San Ferdinando hanno intrapreso, sia Idà che Papaianni si sono intrattenuti con i manifestanti assicurando tutto il loro impegno, il sindaco di Rosarno considerato l’interessamento delle diverse autorità locali si è impegnato a sollecitare ulteriormente  gli enti preposti alla risoluzione dell’increscioso problema. “Siamo stanchi di dover registrare l’ennesimo atto contro l’ambiente, questo nostro territorio è continuamente violentato da persone senza scrupoli che inquinano le nostre città, le nostre coste, minando la salute di tutti i cittadini.” “Occorre sinergia tra i vari enti, ma anche sensibilizzare le nostre comunità affinché certi atti vengano prontamente denunciati, non faremo sconti a nessuno soprattutto a chi inquina”, lo afferma il consigliere Papaianni, “sono toccato per questa vicenda in duplice veste sia da amministratore di Rosarno e che dalle mie origini  paterne san ferdinandesi”. Sia il sindaco Idà che il consigliere Papaianni continueranno ad essere vicini ai cittadini cercando ogni utile strumento per la definitiva risoluzione del problema.